Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Festival del Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema » Festival del Cinema
 
 

Si apre il Festival del Film di Roma

Inaugurazione con "The Lady" di Luc Besson

Di Flavia D'Angelo

Dopo la pre-apertura con il quadruplice incontro Castellitto-Cruz-Mazzantini-Hirsch – impegnati sul set in “Venuto al mondo”, prossimo film del regista – il Festival del Film di Roma inaugurerà ufficialmente la sua sesta edizione domani, Giovedì 27 Ottobre.
L’appuntamento più atteso è previsto alle 19.30 nella Sala Santa Cecilia, dove il regista Luc Besson aprirà il festival con l’atteso “The Lady”, biografia dell’attivista politica Aung San Suu Kyi, condannata per molti anni agli arresti domiciliari dal regime birmano e insignita nel 1991 del Nobel per la Pace.

Il festival sarà, però, idealmente aperto dalle proposte della sezione “Alice nella città”, che offre una selezione di pellicole con al centro i giovani e giovanissimi alle prese con il difficile momento di passaggio verso l’età adulta. Il riconoscimento di sé e la ricerca del proprio posto nel mondo sono i temi fondamentali dei film della sezione, che si contenderanno due premi assegnati rispettivamente da una giuria di under 13 e una di over 13.
Assolutamente anche “a misura di adulto” le proposte di Giovedì 27, tra cui segnaliamo “Hasta la vista” di Geoffrey Enthoven, racconto delle peripezie di tre ragazzi disabili determinati, nonostante il loro handicap, a perdere la verginità. I tre programmano la visita a un bordello spagnolo specializzato in disabili, occultando le loro intenzioni ai genitori con il pretesto di un’innocua visita ai vigneti spagnoli. Queste le premesse di un insolito road movie, già apprezzato al Festival di Montreal, e presentato a Roma in anteprima europea.

I biglietti per accedere alle proiezioni del festival sono già disponibili sia attraverso il sistema di prenotazione on-line www.romacinemafest.org e www.listicket.it sia presso la Biglietteria Centrale dell’Auditorium, la Biglietteria Villaggio del Cinema (posta all’esterno dell’Auditorium e riservata agli spettatori del festival), il cinema Embassy e il The Space Moderno. I prezzi variano dai 25€ richiesti per le proiezioni nella Sala Santa Cecilia ai 3€ di quelle dello Studio Tre.
Il festival propone, però, alcune convenzioni che permettono di abbattere il prezzo del biglietto: presentando un biglietto dei Musei Civici di Roma, la Palaexpo Card o un biglietto del Museo Maxxi, si potrà avere sia una riduzione del 15% sul biglietto del festival. Reciprocamente, presentando un biglietto del festival si avrà diritto all’acquisto di un biglietto di questi circuiti a prezzo ridotto. Riduzioni del 10% per i possessori di Metrebus Card mensile o annuale, per i giovani dai 18 ai 26 anni e per gli over 65.
Ricordiamo al pubblico di presentarsi all’entrata in sala almeno quindici minuti prima dell’inizio della proiezione, pena l’essere considerati assenti e vedere il proprio posto assegnato ai giornalisti in attesa.

Per chi non potesse dedicare la sua mattinata alla scoperta delle proposte di “Alice nella Città” e non fosse riuscito a trovare un biglietto last minute per la cerimonia di apertura non resta che scegliere un’opzione più soft che preveda almeno una passeggiata al villaggio del cinema allestito all’Auditorium e uno sguardo alle celebrities sul red carpet.
L’allestimento di quest’anno è stato curato da Simon J.Lycett, autore tra l’altro di numerosi allestimenti floreali per il cinema e degli addobbi del matrimonio del principe Willam con Kate Middleton. Omaggio all’anima “ribelle e patriottica” della Gran Bretagna, protagonista del Focus del festival 2011, il red carpet giocherà con il design della Union Jack ricreato con prodotti ortofrutticoli rigorosamente british.

Per chi si fosse fatto conquistare dall’atmosfera inglese sarà possibile cercare un biglietto per la proiezione al Teatro Studio di “A matter of life and death” di Powell e Pressburger, film del1946 scelto per rappresentare il meglio della cinematografia d’oltremanica da uno dei selezionatori della sezione non competitiva di Focus – Occhio sul Mondo Michal Nyman, compositore di numerosissime colonne sonore tra cui quella indimenticabile di “Lezioni di Piano”. Si potrà ingannare l’attesa, previa esibizione del biglietto dopo le ore 18, visitando la mostra “P.P.P”, omaggio a Pasolini allestito nello Spazio Espositivo. Pezzo forte dell’esposizione l’installazione originale creata in esclusiva da Francesca Loschiavo e Dante Ferretti.

Uscendo dalla proiezione di “The Lady” o attardandosi per godere delle atmosfere del festival, gli spettatori possono scegliere di cenare in uno dei ristoranti dei quartieri Flaminio e Parioli convenzionati con il festival. Chi al contrario desiderasse tornare a casa potrà farlo comodamente con  uno dei bus elettrici Atac in funzione dalle 8.00 alle 2.00 con una frequenza di circa sette minuti in un circuito che tocca piazzale Flaminio e via Veneto. Partenze ogni cinque minuti per la Linea M verso Termini, attiva dalle 17 fino al termine dell’ultimo spettacolo.
 
 

[26-10-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE