Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Crisi economica, gli italiani faticano a risparmiare

solo il 35% della popolazione č riuscito a mettere qualcosa da parte

Un tempo gli italiani erano noti come un popolo di piccoli risparmiatori, con ricchezze prima sotto il materasso, poi nelle banche. Questa caratteristica rischia di non essere più vera, gli italiani ormai faticano a mettere qualcosa da parte: è uno degli effetti della crisi economica, che riduce le entrate ma non le uscite.

Sono infatti sempre di meno quelli che riescono a risparmiare, e sono sempre di più quelli che per far fronte alle spese devono indebitarsi. È questo il quadro – preoccupante - che emerge dalla 87° giornata mondiale del risparmio.
Secondo una ricerca effettuata dall’associazione casse di risparmio italiane, quest’anno solo il 35% della popolazione è riuscito a mettere qualcosa da parte; era il 36% l’anno scorso. Il 29% degli italiani è andato in saldo negativo di risparmio, cioè è stato costretto a indebitarsi o ad attingere alle risorse messe insieme in anni di lavoro. Secondo l’assogestioni, a settembre ci sono stati deflussi complessivi per 6 miliardi di euro.

Per l’Abi in sostanza è tempo di interventi. L’associazione bancaria italiana chiede riforme, e le chiede adesso. Giuseppe Mussari, presidente dell’Abi, di fronte al ministro dell’Economia Giulio Tremonti e al presidente della bce mario draghi, è stato diretto: “il tempo per rinviare o attendere è scaduto” ha detto Mussari, “Siamo pronti a dialogare con il governo, ma non siamo più disposti ad assistere alla quotidiana distruzione di ricchezza, di risparmio e di lavoro”.

[26-10-2011]

 
Lascia il tuo commento