Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Gli effetti della crisi, settore per settore

male edilizia e commercio, l'estetica non soffre la crisi

La crisi non è uguale per tutti: non tutti i settori cono colpiti allo stesso modo. La fotografia dell’economia romana è stata scattata dalla Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa di Roma che ha monitorato il numero delle aziende che negli ultimi due anni e mezzo hanno cessato l’attività.

Nel complesso si può dire che l’edilizia sta peggio del commercio e che l’estetica non soffre la crisi. Ma andiamo con ordine. A soffrire di più  le imprese che lavorano per conto degli enti locali, soffocate dal cronico ritardo dei pagamenti della pubblica amministrazione.

In difficoltà sono anche i commercianti, le industrie del legno, gli operatori dei trasporti, dei servizi e dell’informatica.
Ma chi sta peggio di tutti sono le aziende che lavorano nell’edilizia. Regge, tutto sommato, il settore dell’industria alimentare, non saltano di gioia invece i ristoratori, ma l’eccezione che conferma la regola è rappresentata dalla cucina etnica.

Praticamente immune alla crisi il mondo del wellness: le imprese del benessere, che sono 7.700 a Roma e provincia se la passano bene. Tra il gennaio 2009 e il giugno 2011 non sono state registrate cessazioni.

[26-10-2011]

 
Lascia il tuo commento