Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Rugby
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Rugby
 
 

Eccellenza: la Lazio batte i Crociati

Nella terza giornata del campionato di Eccellenza, i biancocelesti trovano la prima vittoria della stagione

Mantovani Lazio – Al terzo tentativo i biancocelesti trovano la prima vittoria del campionato: a farne le spese sono i Crociati, che dopo un primo tempo equilibrato cedono di schianto sotto i colpi della Mantovani che trova tre mete in pochi minuti. Fasi di studio all’inizio, con il tabellino che si aggiorna solo di punizione in punizione. La prima è per i padroni di casa, che con l’estremo De Kock al 3° minuto vanno in vantaggio. I ducali pareggiano all'11° con il loro mediano di mischia Zucconi. Nei primi minuti non c’è altro: di nuovo De Kock al 16° ne approfitta per fare 6-3. Zucconi non è da meno e nel giro di quattro minuti, tra il 16° e il 20°, è bravo a realizzare due punizioni portando davanti i Crociati. Il ping pong dalla piazzola si interrompe qui, perché al 23° De Kock firma la prima meta per i biancocelesti. La Mantovani lascia per strada i due punti della trasformazione e si ritrova pure in quattordici, perché il flanker Ventricelli si prende un cartellino giallo. E come se non bastasse al 35° si fa cacciare per dieci minuti pure il tallonatore Lorenzini. I biancocelesti riescono comunque a reggere e chiudono la prima frazione avanti di un soffio: 11-9. Il vantaggio si dissolve a inizio secondo tempo, quando Zucconi calcia bene la punizione concessa dall'arbitro. Ma è a questo punto i biancocelesti colpiscono. E colpiscono duro. Nel giro di dieci minuti arrivano tre marcature: meta di Mannucci (46°), meta di Siddons (49°), ancora Mannucci (58°) che alla fine sarà Man of the Match. E’ l’allungo decisivo. Zucconi trova i pali dalla piazzola al 60° e lima il punteggio. Il cartellino giallo al subentrato Fabiani non fa danni e i biancocelesti conducono in porto la partita: finisce 26-18, prima vittoria in campionato per la Mantovani Lazio che si infila nel gruppone delle seconde in classifica.

Le altre partite – Sul campo del San Gregorio Catania, il Rovigo vicecampione in carica cade. Gli ospiti vanni avanti al 3° con il piazzato di Bustos, ma Calabrese pareggia subito e al 18° trasforma pure la meta dei siciliani. I padroni di casa non approfittano dei dieci minuti di superiorità numerica (giallo a Tumiati) e concedono ancora a Bustos di portare i suoi sul 10-6 all’intervallo. Nel secondo tempo sempre Calabresi calcia bene due punizioni e segna pure una meta: sono i punti decisivi. Il Rovigo non riesce a farsi sotto. Vince Catania 23-17. Per i siciliani quattro punti pesantissimi e anche prima vittoria della loro storia in un campionato d’Eccellenza.
Il Calvisano espugna il campo del Mogliano. Sono i padroni di casa ad andare in vantaggio col piazzato di Conrwell al 3° minuto, ma Calvisano reagisce subito e dopo un paio di assalti pareggia con Griffen e trova la meta con Berne. Al 32° e al 41° Conrwell non trova i pali dalla piazzola, mentre a  Griffen (Man of the Match) basta un tentativo per portare Calvisano al riposo i vantaggio 3-13. Il colpo del ko gli ospiti lo calano al 61° quando Visentin sguscia tra le maglie della difesa del Mogliano e schiaccia in meta. Il Calvisano controlla e dilaga: alla fine è 8-30.
Tra Padova e Prato regna l’equilibrio per tutta la partita. A metà primo tempo, però, i toscani approfittano dei dieci minuti di superiorità numerica per il giallo a Persico e con Ngawini trovano una meta che Wakarua provvede subito a trasformare. Al 35° Prato perde la superiorità numerica (giallo a Young) ma mantiene fino al 40° quella nel punteggio. Nella seconda frazione è sempre il piede di Wakarua a portare punti a Prato, anche se la meta la segna il Padova con Bortolussi. Wakarua tiene avanti i suoi con la precisione dalla piazzola. Quando al 51° Prato resta di nuovo in quattordici (stavolta il giallo è per Berryman) Padova non sa approfittarne: solo una punizione con Hickey. Non basta: finisce 13-16, e Prato mette in cascina punti pesanti.
Nel posticipo domenicale, tra Reggio e L’Aquila almeno secondo la classifica è già scontro salvezza. A prevalere sono i padroni di casa che si impongono sugli abruzzesi 19-14. E a questo punto la classifica è cortissima: tutti in dieci punti. È Reggio a condurre la gara per tutti gli 80° e trovare l’unica meta del match con Larini: i punti vengono segnati quasi tutti nel primo tempo, chiuso sul 16-11.
 
Eccellenza - Terza giornata 
Marchiol Mogliano – Cammi Calvisano 8-30
Mantovani Lazio – Crociati Rugby 26-18
San Gregorio Catania – Femi CZ Rovigo 23-17
Rugby Reggio – L’Aquila Rugby 19-15
Petrarca Padova – Estra I Cavalieri Prato 13-16

Eccellenza - Classifica
Estra I Cavalieri Prato 10 ; Cammi Calvisano 10; Femi Cz Rovigo Delta 7 ; Mantovani Lazio 7; Petrarca Padova 7 ; Banca Monte Crociati 6 ; Marchiol Mogliano 6 ; San Gregorio Catania punti 5 ; L'Aquila Rugby 5 ;Rugby Reggio punti 4

* 4 punti di penalizzazione per la mancata partecipazione al campionato obbligatorio Under 16 

Antonio Scafati

[23-10-2011]

 
Lascia il tuo commento