Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Lazio
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Lazio
 
 

Lazio avanti a piccoli passi in Europa: pareggio a Zurigo

Il vantaggio di Sculli dura pochi secondi, Nitcki riporta il match in paritā. Ora saranno decisivi il ritorno con gli svizzeri e la trasferta di Vaslui

Terza giornata del girone D di Europa League e seconda trasferta consecutiva per la Lazio, che esce con un punto dal campo dello Zurigo, appaiato ai capitolini in fondo alla classifica. Prova volitiva da parte dei biancocelesti che trovano sulla loro strada un super Guatelli e pagano la solita disattenzione difensiva a pochi secondi dal vantaggio illusorio di Sculli.

LA PARTITA – Ancora turnover europeo per Reja, sostituito da Lopez in panchina. Mauri è out per una ricaduta del guaio muscolare che lo terrà fuori per circa un mese e Klose è addirittura a casa, neanche convocato. Dietro torna Diakité, Lulic è preferito a Konko, Matuzalem, Cana e Sculli sono le novità in mezzo al campo, davanti il solo Cissé a guidare l’attacco. Serata fredda a Zurigo, nutrita la presenza dei supporters biancocelesti, circa duemila unità al seguito della squadra. All’8’ Hernanes cambia gioco con un lancio delizioso che pesca Sculli: il laterale strozza il diagonale che non trova nessuno sul secondo palo. Al 21’, dopo un dominio abbastanza sterile la Lazio va in vantaggio: angolo di Hernanes, pasticcio in area svizzera e Sculli che fredda Guatelli. Neanche il tempo di esultare che lo Zurigo pareggia: fraseggio di prima al limite dell’area biancoceleste e solita amnesia difensiva che permette a Nitcki di scaricare un pregevole piatto a giro che trova il sette. Al 25’ ci prova Matuzalem da fuori ma il suo tiro è deviato. La Lazio vuole fare la partita ma non sfonda e al 33’ Lulic sfiora addirittura il clamoroso autogoal. Magnin impegna seriamente Marchetti al 34’ su calcio piazzato. Cinque minuti dopo si fa vedere anche Cissé che in girata spedisce a lato.

Secondo tempo con Rocchi al posto di Cana, ancora una prestazione deludente per l’albanese, che proprio non riesce a trovare la sua dimensione. La Lazio è lenta e cala fisicamente, ma prima Sculli e poi Hernanes mettono paura a Guatelli. Al 61’ Radu perde la testa e serve Alphonse che spreca tutto davanti a Marchetti. La partita è apertissima e gli ospiti ci provano ancora con Hernanes. Radu soffre moltissimo dalla sua parte e lo Zurigo resta sempre, comunque, pericoloso. Guatelli sembra insuperabile e neutralizza nel giro di un minuto prima il tiro al volo di Cissé e poi l’incornata di Dias. Ci si prepara per l’assalto finale ma il portiere dei padroni di casa continua nel suo show: parata spettacolare su colpo di testa imperioso di Kozak all’88’. I tre minuti di recupero stavolta non si rivelano decisivi e la Lazio è costretta ad accontentarsi del pareggio.

 

Lo Sporting ha battuto, come da pronostico, il Vaslui, e la situazione in classifica vede i portoghesi a punteggio pieno in fuga, con Lazio, Vaslui e Zurigo a 2 punti. Le prossime due partite, in casa con gli svizzeri e in Romania, saranno decisive per il passaggio del turno e la Lazio ha tutte le carte in regola per rimettersi in carreggiata, anche considerando l’ultimo match casalingo con lo Sporting, che potrebbe già aver staccato il biglietto per gli ottavi e, soprattutto, la spina della concentrazione. A Zurigo la Lazio ha avuto l’atteggiamento giusto, ma ha dimostrato ancora lacune preoccupanti, soprattutto in fase difensiva, dove la prova di Radu è stata insufficiente e la linea a quattro ha dimostrato di non aver ancora digerito i meccanismi del fuorigioco. Bocciatura ormai quasi definitiva per Cana ,Cissé ancora a fasi alterne, anche se in leggera crescita nella ripresa. Bella conferma per Lulic e per Matuzalem, tra i più in forma. Domenica sera si va a Bologna e saranno vietate ulteriori distrazioni se si vorrà proseguire nella crescita. Una mini-striscia positiva di risultati può dare quel pizzico di convinzione in più che ancora manca e sarebbe un peccato interromperla così presto.

 

Valerio Lazzari

ZURIGO - LAZIO 1-1

Reti: 22' Sculli (L), 23' Nicki (Z)

 

Zurigo: (4-4-2): Guatelli; Philippe Koch, Béda, Teixeira, Magnin; Nikci, Margairaz, Aegerter, Djuric (76' Rodriguez); Chikhaoui (62' Mehmedi), Alphonse (82' Damic).

In panchina: Leoni, Buff, Barmettler, Schonbachler, Chermiti. All. Fischer

 

Lazio (4-2-3-1): Marchetti; Lulic, Diàs, Diakitè, Radu; Cana (46' Rocchi), Matuzalem; Gonzalez (72' Ledesma), Hernanes, Sculli; Cisse (79' Kozak).

In panchina: Bizzarri, Biava, Zauri, Konko. All. Reja (in panchina Giovanni Lopez)



Arbitro: 
Pawel GIL (Pol)

 

Note: ammoniti Cana (L), Matuzalem (L)

 

Recuperi: 1'p.t., 3' s.t.

 
 

[21-10-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE