Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Super

di James Gunn. Con Rainn Wilson, Ellen Page, Liv Tyler

di Rosario Sparti

Dopo essere stato abbandonato dalla moglie per uno spacciatore di droga seduttore e psicopatico, Frank si trasforma e diventa Crimson Bolt. Con una tuta fatta a mano, una chiave inglese e un’assistente un po’ folle, Boltie, Crimson Bolt si fa strada tra le vie infernali del crimine nella speranza di salvare la moglie. Le regole sono quelle di un tempo: non si molestano i bambini, non si sniffa, non si graffiano le automobili. Chi le infrange, si prepari ad affrontare la furia di Crimson Bolt!

James Gunn, formatosi come sceneggiatore presso la bizzarra casa di produzione americana Troma, gioca la carta, tanto in voga, del film supereroistico. Una carta che il regista, però, decide di giocare in maniera assolutamente personale, distaccandosi anche dall’interessante rivisitazione sul tema che si è vista con KICK- ASS. Se inizialmente il film sembra percorrere la strada del dramedy stile Sundance, pian piano lo spettatore finisce per constatare l’assoluta stranezza dell’opera che gli rende dura la vita nel giudizio.

Si tratta di un film tutt’altro che prevedibile per il suo andamento e lo stile che lo accompagna, tra un surrealismo in acido e una comicità pop d’estrema cattiveria. I due abili protagonisti, Rainn Wilson e Ellen Page, creano il ritratto di due loser attratti dall’uso della violenza per le ragioni più assurde. A rendere il film assolutamente disturbante per lo spettatore, infatti, è la messa in scena di una violenza spropositata, operata da personaggi che non sono né eroici né teneramente ai margini ma due veri e propri squilibrati.

Non c’è nulla di rassicurante nello sguardo del regista, solo feroce umorismo sulle vicende di questa gente comune che, senza alcun progetto morale nella lotta al crimine, tra estrema dolcezza e straripante violenza, cerca una via di fuga al proprio grigiore quotidiano. Non sfugge a nessuno che un film, che evita in questo modo qualsiasi premessa etica, risulti essere disturbante per lo spettatore, che oscilla continuamente tra sentimenti ambivalenti per ciò che vede accadere sullo schermo. Un film spassoso, caotico, fuori dalle righe che merita una chance.
 



votanti: 1
Secondo te quanti euro merita??
 
 
TAG: - Gunn - Wilson r - Page - Tyler - bacon
 

[18-10-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE