Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Scontri a Roma, perquisizioni e fermi

al setaccio ambienti anarco - insurrezionalisti

A meno di quarantott’ore dagli scontri di Roma di sabato scorso, si muovono la macchina giudiziaria e quella delle forze dell’ordine. E’ scattata stamattina, infatti, su tutto il territorio nazionale un’operazione congiunta di polizia e carabinieri: al setaccio gli ambienti anarchico-insurrezionalisti e quelli dell’estremismo radicale.

Centinaia gli agenti impegnati a Milano, Torino, Bologna, Roma, Padova, Napoli e in altre città italiane
La Digos di Teramo nel corso di una decina di perquisizioni ha trovato oggetti utilizzati negli scontri di sabato, ma anche documenti che gli inquirenti hanno definito interessanti. A Firenze, sei ragazzi sono stati invece fermati e poi rilasciati dopo essere stati denunciati: su di loro proseguono le indagini.

Oggi, intanto, la procura ha chiesto al giudice per le indagini preliminari la convalida del fermo e la misura cautelare in carcere per i 12 arrestati nel corso degli scontri di piazza san giovanni. Si tratta di tre femmine e nove maschi, tutti di età compresa tra i 19 e i 30 anni. La maggior parte viene da Roma, ma ci sono anche ragazzi di Frosinone, Bari, Brindisi, catania. Altri otto risultano fermati.

I dodici arrestati rischiano una pena da tre a quindici anni. La Procura, infatti, contesta loro l’aggravante di aver agito a volto coperto e in gruppi di più di cinque persone, particolari questi che farebbe arrivare la richiesta di condanna appunto a quindici anni. Tra domani e dopodomani tutti e dodici affronteranno l’interrogatorio di garanzia.
 
 

[17-10-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE