Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Sequestrato il teatro Ghione in via delle Fornaci

operazione della Dia nei confronti dell'immobiliarista Marcaccini

Il teatro Ghione in via delle Fornaci, zona San Pietro, è stato sequestrato nell'ambito dell'operazione condotta dalla Dia di Reggio Calabria nei confronti dell'immobiliarista romano Federico Marcaccini detto "Pupone". Il teatro continuerà a lavorare regolarmente poché la società che lo gestisce è risultata estranea all'inchiesta. L'uomo è indagato nell'ambito dell'operazione "Overloading" coordinata dalla Dda di Catanzaro contro un'organizzazione dedita al traffico internazionale di stupefacenti legata alla 'ndrangheta'.

Oltre allo storico teatro romano, di cui Marcaccini è proprietario e la cui società di gestione è estranea alla vicenda, sono stati sequestrati due alberghi, dei quali non sono stati ancora resi noti i nomi, uno a Taormina ed uno a Ceccano (Frosinone), e numerose aziende nel Lazio. Nell'ambito dell'operazione Overloading, condotta da carabinieri e Guardia di Finanza nel dicembre del 2010, furono fermate 77 persone, tra le quali un tenente colonnello dei Carabinieri, Luigi Verde, di 58 anni, allora in servizio a Bolzano dopo essere stato, dal 1999 al 2001, comandante provinciale a Sondrio, al quale, nel corso della perquisizione nel suo alloggio di servizio, nella caserma della Legione di Bolzano, furono trovati armi ed esplosivo.

L'operazione, effettuata con la collaborazione del Centro operativo Dia di Roma, ha consentito complessivamente il sequestro di un patrimonio, riconducibile a Marcaccini, stimato in circa 110 milioni di euro.

[17-10-2011]

 
Lascia il tuo commento