Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Scontri 15 ottobre, chi sono i violenti

"chi ha colpito Roma lo aveva pianificato"

Chi sono questi due, trecento, forse cinquecento teppesti che hanno messo per ore sotto assedio la città? Dalla questura circolano i nomi dei centri sociali più estremisti, si parla di gruppi torinesi di "Askatasuna", oppure i "Carc" di Rovereto, i padovani di "Gramigna". Assolutamente sbagliato parlare quindi di Black Bloc, gruppi nati soprattutto in Germania e Stati Uniti, più omogenei ed organizzati tra loro.

Qualcuno, nella manifestazione, sembra aver riconosciuto facce note dei romani di "Acrobax". Qualche ultras estremista. Questo almena trapela da indiscrezioni che arrivano sia dalla piazza che dalla polizia. "Chi ha colpito a Roma lo aveva pianificato -spiega un dirigente della questura- È una frangia di sofferenza sociale e politica assolutamente minoritaria che non ha neppure una parvenza di struttura organizzativa che non sia un servizio di messaggistica su blackberry o I-phone".

La folla scesa in piazza pacificamente li ha insultati e ha tentato di fermarli ma alla fine questa minoranza violenta ha preso il sopravvento. Improvvisamente mentre il corteo pacifico stava arrivando in piazza San Giovanni, una cinquantina di ragazzi che fino ad allora avevano manifestato come gli altri depongono gli zaini, ne estraggono maschere antigas, felpe e passamontagna neri. Sono i cosiddetti "duri" del corteo, "duri" senza altre idee se non quelle violente. Venuti appositamente per rompere i piani e gli schemi preparati dal "comitato 15 ottobre". Chi conosce i gruppi che hanno organizzato le violenze parla di un centinaia di persone - in parte romane, in parte arrivate da fuori - che s'erano preparate a spaccare il corteo e a farlo fallire. C'è pure chi cita qualche esempio: gente che gravita intorno al centro sociale Acrobax, al magma riunito nel nome di un evocativo "San Precario", gruppi organizzati, anarchici sparsi, spezzoni del tifo calcistico che non hanno mai nascosto lo schieramento nell'estrema sinistra.
 
 

[16-10-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "Scontri a San Giovanni"
 
 
  CORRELATE