Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Piano sicurezza per sabato, ecco le zone rosse in città

piano a zone come in occasione della Beatificazione di Giovanni Paolo II

Sarà un dispositivo “ad assetto variabile” quello che la Questura e tutti coloro che saranno coinvolti nella gestione dell'evento saranno chiamati ad attuare. L'apertura degli scenari è stata infatti al centro anche della riunione odierna, così come degli altri Tavoli Tecnici che si sono susseguiti nelle ultime settimane. Come ribadito, resta prioritaria per la Questura la determinazione a voler garantire il diritto dei manifestanti ad esprimere il proprio dissenso, purchè nel rispetto della città. Nel corso della riunione sono stati definiti gli ultimi dettagli delle misure indicate nell’ordinanza di servizio che il Questore firmerà nelle prossime ore.

Sono oltre 50 le province italiane dalle quali al momento si conferma l’arrivo di manifestanti, prevalentemente a bordo di pullman, ma anche di mezzi propri e treni. Tutti i Funzionari della Questura saranno impegnati nei servizi esterni, alla guida del personale a cui sarà affidata la gestione della sicurezza nei diversi punti della città. Si ripete il piano a zone, già testato in occasione della Beatificazione di Giovanni Paolo II. Numerosi gli obiettivi sensibili che saranno tenuti sotto controllo. Resteranno invece chiuse le stazioni Metro (a partire dalle 12) di Colosseo, Cavour, piazza di Spagna e Barberini.

Tutte le misure per la gestione della sicurezza sono state condivise con i rappresentanti delle altre Forze di Polizia e della Polizia Roma Capitale, oltre che degli altri Enti che saranno chiamati ad un contributo attivo nella gestione dell’evento. In particolare, come sottolineato dal Questore nel corso della riunione tecnica, sarà decisiva la sinergia operativa tra Forze di Polizia e Polizia Roma Capitale, per rispondere tempestivamente all’evolversi possibile degli scenari ed alla eventuale frammentazione delle iniziative. La regia dei dispositivi sarà affidata al Centro per la Gestione della Sicurezza dell'evento, che sarà attivato dalle prime ore di sabato mattina, e per il quale si sta valutando l’ipotesi di anticiparne l’attivazione già dalla notte tra oggi e domani. In particolare al Centro, che sarà affidato al coordinamento di un Dirigente della Questura, viene attribuito un ruolo di sensibile supporto alle eventuali decisioni che dovesse rendersi necessario adottare in presenza di un’evoluzione contingente degli scenari. Dallo stesso Centro sarà possibile il monitoraggio costante delle immagini che gli “occhi elettronici” installati sugli elicotteri della Polizia di Stato trasmetteranno in diretta negli uffici di via S. Vitale.

Il percorso:
La manifestazione partirà alle 14.00 da piazza della Repubblica e, dopo aver attraversato via Cavour, Largo Corrado Ricci, via Dei Fori Imperiali, piazza del Colosseo, via Labicana, via Manzoni, via Emanuele Filiberto, raggiungerà piazza San Giovanni.

Ma in quanti saranno a Roma sabato 15 ottobre? Per gli organizzatori l’obiettivo minimo è di 150mila persone nella Capitale. Per altri si arriva addirittura a sperare in un milione di persone nella città eterna. Si parla di un milione di indignados italiani pronti a raggiungere la capitale. Non solo per manifestare ma per restarci, "in un crescendo di indignazione", che vuol dire "portare l’assedio permanente alla city politica".

Non saranno solo indignadati e militanti dei centri sociali a sfilare a Roma. Dal sito del "Coordinamento 15 ottobre" tra le adesioni troviamo: Arci, Attac Italia, Unicobas, Cobas, Cub, Federazione Anarchica Italiana, Federazione della Sinistra, Gruppo Abele,  Il Popolo Viola, Legambiente, Partito comunista dei lavoratori, Rete 28 Aprile-CGIL, Rete dei Comunisti, Rete della Conoscenza, Sinistra Ecologia Libertà, SinPistra Critica, Snater, USB e frange del Movimento 5 stelle di Beppe Grillo.

Saranno, dunque, tantissimi i pullman che arriveranno nella Capitale. A tal proposito ricordiamo che i punti preferibili dove parcheggiare sono due:

Da SUD da A1:
prendere il Raccordo direzione Tuscolana, uscire sull’ Anagnina, parcheggio al capolinea Anagnina della Metro A (circa 20′ da uscita A1) , Metro A ( in 20′ si arriva a Termini)

Da Nord da A1 :
Uscire Roma Nord, prendere il Raccordo direzione Nomentana-Tiburtina, uscire sulla Tiburtina, parcheggio al capolinea Rebibbia della Metro B (circa 30′ da uscita A1), Metro B ( in 20′ si arriva a Termini)
 
 

[14-10-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "Il questore Tagliente: "per sabato scenari imprevedibili""
 
 
  CORRELATE