Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Omicidio in metro

secondo i PM ''Le due rumene volevano uccidere''

Doina Matei con l'ombrello, l'arma del delitto

Doina Matei ammette di aver colpito vanessa russo ma sostiene di averlo fatto accidentalmente. La romena arrestata sabato sera rischia dai 5 anni di reclusione all’ergastolo per aver colpito e ucciso con la punta dell’ombrello la 23enne romana mentre scendeva dalla metropolitana della linea b a Termini.

Queste immagini invece sono state riprese dalla telecamere della fermata di Rebibbia 20 minuti prima della lite, sono le uniche immagini in cui si riconosce la presunta omicida con l’ombrello in mano. La ragazza diciassettenne che accompagnava la matei giovedì scorso sulla metro è stata iscritta sul registro degli indagati per concorso in omicidio volontario anche se la romena ha detto di aver cercato di fermare l'amica, come risulta anche da alcune testimonianze. Le due giovani, segnalate come prostitute, erano state arrestate nelle Marche domenica sera dopo l’analisi dei filmati delle telecamere installate in metro.

Secondo le testimonianze raccolte dagli inquirenti è stata doina matei a colpire vanessa russo con la punta di un ombrello perforandole una cavità orbitaria e causando la rottura di un'arteria cerebrale. La giovane romena respinge le accuse dicendo di essersi solo difesa, ma secondo gli inquirienti "la sua è stata una reazione voluta, sproporzionata ai fatti, di una persona instabile che ha agito con impeto e forza, come risulta dall'esame autoptico". I magistrati hanno emesso il provvedimento di fermo e la romena è accusata di omicidio volontario aggravato da futili motivi.

Intanto domani, alle 11 nella parrocchia di Fidene, ci saranno i funerali di Vanessa Russo e la città si fermerà per un’ora di lutto cittadino. Il sindaco veltroni ha annunciato che il comune si costituirà come parte civile.

 
 

[01-05-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE