Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Rifiuti, interventi all'impianto di via Salaria

l'Ad di Ama Cappello: "l'azienda vuol dare un segnale di cambiamento"

"Non entro nel merito delle polemiche -ha detto l'Amministratore delegato dell'Ama Cappello- ma abbiamo voluto dare un segnale di cambiamento. Ci siamo accordati con il responsabile del personale per l'uscita dall'azienda".

Con toni diplomatici il nuovo amministratore delegato dell’Ama Cappello, che ha sostituito Panzironi dopo lo scandalo parentopoli, commenta l’uscita dall’azienda di Luigi Cedrone, ormai ex responsabile del personale e tra i principali indagati per il caso parentopoli. Sembra che all’Ama vogliano dare un segnale di cambiamento rispetto alla passata dirigenza.

Intanto oggi, nell’impianto di trattamento meccanico biologico di via Salaria sono state presentati i nuovi interventi che eviteranno alla cittadinanza della zona i cattivi odori dovuti al trattamento dei rifiuti.

"Entro un mese inoltre - ha precisato il direttore operativo Ama, Giovanni Fiscon - verrà installata una centralina meteo-climatica per definire le correnti d'aria e l'istituzione di un numero verde per le segnalazioni dei cittadini". L'amministratore delegato dell'azienda, Salvatore Cappello, ha inoltre sottolineato l'importanza della nascita di "un monitoraggio della qualita' dell'aria eseguito dall'Istituto di ricerche farmacologiche 'Mario Negri'. Saranno monitorate in due fasi h24 l'impianto e le aree circostanti per una mappatura completa".

"Abbiamo immediatamente attivato azioni complete - ha sottolineato l'assessore all'Ambiente, Marco Visconti - con Ama perche' i cittadini avevano ragione. Questi interventi testimoniano che qualcosa per migliorare si puo' e si poteva fare. Ho massima fiducia negli operatori dell'Ama e nella trasparenza che verra' attuata anche con la possibilita' di un gruppo di cittadini della zona di poter entrare nell'impianto quando vogliono".

I cittadini che da mesi lamentano cattivi odori a causa dell'impianto di trattamento meccanico biologico dei rifiuti a breve dovrebbero già vedere gli effetti degli interventi costati circa un milione e 286 mila euro.

[14-10-2011]

 
Lascia il tuo commento