Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Lavoratori 118 protestano sul Colosseo

"Chiediamo il reintegro in Cri dopo il licenziamento"

Hanno occupato il monumento più famoso di Roma, il Colosseo, per far sentire la loro voce. Sono 91 lavoratori della Croce Rossa, autisti/soccorritori che da anni sono impegnati nel servizio del 118 in conevnzione con l'Ares. Hanno già ricevuto le lettere di licenziamento e, dopo la protesta di fronte alla Regione Lazio dello scorso 30 settembre, hanno deciso di occupare il Colosseo.

"Occupiamo tutto. Rimarremo qui fino a quando non sará trovato un rimedio alla nostra situazione". I lavoratori hanno esposto uno striscione dall'arco. "Salviamo il personale della Croce rossa". I manifestanti, gli stessi hanno fatto alcuni giorni fa irruzione in Campidoglio, hanno chiesto il "reintegro in Cri dopo essere stati licenziati".

"Ci hanno proposto di passare da un contratto pubblico ad uno privato - ha spiegato all'uscita dal colloquio un ex dipendente CRI - ma ciò significherebbe perdere tutte le tutele che abbiamo acquisito fino ad oggi, la qualità del servizio andrebbe a scadere e i costi sarebbero molto maggiori... per noi questa ipotesi è improponibile. La Regione deve parlare col governo per trovare una soluzione giusta per i lavoratori e per i cittadini. Giovedì ci sarà un altro incontro con la Regione: vediamo cosa ci proporranno, ma intanto la nostra protesta continua".
 
 

[11-10-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE