Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

La Lottomatica sbanca Teramo

SIVIGLIA WEAR TERAMO-LOTTOMATICA ROMA 75-78

(23-22, 40-42, 53.64, 75-78)

 

Vince la Virtus, come al solito -verrebbe da dire- negli ultimi secondi di partita, dopo aver avuto un vantaggio in doppia cifra e averlo sprecato nel finale. Vince contro una Siviglia Wear Teramo combattiva, mai doma, alla ricerca disperata di due punti per la corsa salvezza. Hawkins si è caricato l’attacco virtussino sulle spalle e con le ottime prestazioni di Lorbek e Righetti Roma è riuscita a prendersi due punti che valgono oro nell’agguerrita volata al secondo posto.

Primo quarto estremamente equilibrato, con le due squadre che lottano praticamente su ogni pallone; al quinto minuto il punteggio vede Roma condurre 9-11. I capitolini, tuttavia, non riescono ad allungare ed una tripla di Miller sulla sirena porta in vantaggio Teramo,23-22. Secondo quarto senza grosse emozioni, la Siviglia Wear piazza un mini-parziale di 4-0 verso la metà del quarto. Dopo che Lorbek ha rimesso tutte le cose a posto (37-37), Bodiroga realizza 5 punti di fila, permettendo così a Roma di chiudere in vantaggio il primo tempo, 40-42.

Terzo quarto che ha Roma come padrona assoluta. Si parte e subito la Lottomatica spinge forte, piazza un parziale di 6-0, e cerca di scappare via. Alla metà del quarto Roma conduce di undici punti, 42-53. Prima della sirena i romani toccano anche i 14 punti di vantaggio, ma alla fine il punteggio viene fissato sul 53-64. Quarto quarto è l’esatto opposto del precedente. È Teramo a fare la partita, trovando energie insospettate. La squadra di coach Bianchi pian piano rosicchia punti alla Virtus, e a tre minuti dalla fine i biancorossi si sono portati a -5 (68-73). Negli ultimi due minuti la squadra di Repesa dimostra una volta di più poca maturità, incassando un parziale di 4-0 che porta Teramo a -1. Fortunatamente per la Lottomatica le mani di Hawkins e Bodiroga non tremano, e grazie ai liberi finali Roma porta a casa la partita. La Lottomatica conserva così il secondo posto in solitaria alle spalle di Siena, mentre Teramo si ritrova in una situazione disperata dopo la vittoria di Avellino su Bologna.

 

QUI VIRTUS

 

La squadra continua ad avere poco o niente in quanto a punti dalla panchina. È andata di nuovo bene perché i campioni sono saliti in cattedra e hanno portato a casa l’incontro, ma in chiave playoffs la situazione può diventare assai complessa. Nota positiva: Alex Righetti festeggia la sua 250esima partita in maglia Virtus con un prestazione davvero buona, 16 punti e tanta presenza in campo.

Ottime le prove offensive di Hawkins (25) e Lorbek (18), i due hanno decisamente trascinato la squadra alla vittoria esterna con le loro giocate offensive. Bodiroga (8) meno incisivo del solito, ha realizzato, però, due liberi nel finale di importanza capitale.

 

 

Marco De Leo

[30-04-2007]

 
Lascia il tuo commento