Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Rugby
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Rugby
 
 

Eccellenza: Mantovani Lazio sconfitta dal Mogliano

Nella prima giornata del campionato di Eccellenza ai biancocelesti non riesce il colpo in trasferta

Mantovani Lazio – Un primo tempo chiuso in vantaggio e qualche errore dalla piazzola che costa caro: nella prima di campionato la Mantovani Lazio esce sconfitta dal campo del Marchiol Mogliano, una delle belle sorprese della scorsa stagione. A farsi subito pericoloso è proprio il Mogliano ma la prima meta dell’incontro è firmata dai romani: la segna Pellizzari. La Mantovani Lazio avrebbe la possibilità per allungare: a metà primo tempo ci prova prima l’ala biancoceleste Tartaglia (placcato) e poi l’apertura Gargiullo (drop che sfila al lato). Un’altra occasione capita al 28°, ma l’estremo De Kock fallisce il calcio di punizione. Al 32° la Lazio si ritrova in quattordici a causa del cartellino giallo a Van Jaarsveld e il Mogliano ne approfitta per rifarsi sotto: dalla piazzola Cornwell fa 3-7 e potrebbe ripetersi pochi minuti dopo, ma fallisce la punizione. Lo stesso fa De Kock a primo tempo ormai scaduto: sono errori che alla fine peseranno.
Nel secondo tempo il Mogliano suona tutta un’altra musica e mette a segno il sorpasso: stavolta Cornwell è preciso e grazie alle punizioni al 43° e al 46° i padroni di casa si portano sul 9-7. Neanche dieci minuti e il Mogliano trova pure la meta: la segna l’ala Onori (alla fine Man of the match) e Cornwell trasforma. I padroni di casa calano il colpo decisivo al 67° quando la punizione di Onori fa lievitare il punteggio sul 19-7. Negli ultimi dieci minuti la Mantovani Lazio riapre i giochi: al 72° Lorenzini va in meta, De Kock trasforma. L’illusione dell’aggancio però rimane tale: all’80° il drop di Cornwell mette fine alla partita e toglie alla Mantovani Lazio anche il punto bonus difensivo. Vince il Mogliano 22-14, i biancocelesti tornano a mani vuote.

Le altre partite – Il Sud torna nel massimo campionato di rugby, ma l’esordio del San Gregorio Catania è una sconfitta. Al Campo Monti Rossi, nella partita inaugurale della nuova stagione, i Cavalieri Prato si impongono sui padroni di casa con il risultato di 24-55. Majstorovic va in meta dopo neanche cinque minuti. Al 13° Nordstrom marca la prima storica meta dei siciliani nel massimo campionato. La partita però non cambia strada, e i toscani trovano il bonus offensivo già alla mezz’ora. Al fischio finale il risultato è 24-55. I toscani guadagnano cinque punti: un buon modo per buttarsi alle spalle i quattro punti di penalizzazione.
L’Aquila Rugby comincia bene il campionato battendo i Crociati. Gli ospiti vanno avanti al 5° con la meta di Enodeh. Per il pareggio bisogna attendere il quarto d’ora: lo firma Di Massimo. La partita stenta a decollare ma piovono cartellini gialli: li prendono Di Massimo, Milani (entrambi de L’Aquila) e Zaffiri (Crociati). I padroni di casa si portano avanti al 39°, quando Del Pinto spedisce tra i pali un calcio di punizione. Nella seconda frazione il piede del solito Del Pinto tiene in piedi gli abruzzesi: i Crociati vanno in meta con Vengoa e con Milani ma non basta. Finisce 17-15 e L’Aquila centra una preziosa vittoria.
Nel primo dei posticipi domenicali, il Petrarca Padova campione in carica supera non senza difficoltà il Cammi Calvisano tornato quest’anno in Eccellenza. Padova avanti 10-0 dopo appena undici minuti ma il Calvisano non demorde trovando la meta al quarto d’ora e il pareggio al 18°. Partita frizzante, divertente ed equilibrata, grazie soprattutto a un Calvisano che gioca a viso aperto. Il Padova regge in difesa e trova la seconda meta (doppietta per Spragg) che vale il vantaggio a fine primo tempo: 15-13 dopo quaranta minuti. Il Calvisano effettua il sorpasso al 47° con la punizione di Griffen: la partita è intensa ma il tabellino rimane ancorato a lungo sul 15-16 per gli ospiti. Petrarca fallisce due calci di punizione, ci prova a lungo (non sempre lucidamente) e ritrova il vantaggio dalla piazzola proprio negli ultimi cinque minuti: finisce 21-16.
Tra Rugby Reggio e Femi-CZ Rovigo la partita vive quasi tutta sui calci di Griffiths per i padroni di casa e quelli del duo Basson-Bustos per gli ospiti. Rovigo al 25° rimane in quattordici (giallo alla seconda linea Tumiati) ma Reggio non concretizza la superiorità numerica. Al 45° Bustos centra di nuovo i pali per il Rovigo e al 50° trasforma pure la meta di Pace: e con questo calcio taglia il traguardo di 1000 punti con la maglia rosso-blu. Finisce 11-22 per gli ospiti.


Eccellenza - Prima giornata 
San Gregorio Catania - Estra I Cavalieri Prato 24-55
Marchiol Mogliano - Mantovani Lazio 22-14 
L'Aquila Rugby 1936 - Crociati Rugby 17-15
Petrarca Padova - Cammi Calvisano 21-16
Rugby Reggio - Femi-CZ Rovigo 11-22

Eccellenza - Classifica
Marchiol Mogliano 4 ; L'Aquila Rugby punti 4 ;  Femi-CZ Rovigo 4 ; Petrarca Padova 4 ; Estra I Cavalieri Prato 1*; Cammi Calvisano 1 ; Crociati Rugby 1 ; Mantovani Lazio 0 ; San Gregorio punti 0 ; Reggio Rugby 0

* 4 (quattro) punti di penalizzazione per la mancata partecipazione al campionato obbligatorio Under 16 

Antonio Scafati

[09-10-2011]

 
Lascia il tuo commento