Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Prese le assassine della metro

erano fuggite nelle Marche

Le due assassine dela metropolitana sono state bloccate dai carabinieri a Tolentino (Macerata) e si trovano attualmente piantonate in caserma. Erano a casa di un amico e sarebbero di nazionalità rumena. Già in serata il trasferimento a Roma.

Le due donne, la cui identità non è stata ancora resa nota, hanno aggredito la ventitreenne romana Vanessa Russo sulla metropolitana, prima della fermata Termini. Una delle due ha poi colpito all'occhio con la punta di un ombrello Vanessa, che poi è morta in ospedale.

Le due sono state identificate ieri sera grazie alle immagini riprese dalle telecamere di Termini mentre le due donne fuggivano. Devono rispondere di omicidio volontario ed erano ricercate in tutta la città. 


Il magistrato ha ascoltato la testimonianza di numerose persone, alcune delle quali erano nel vagone della metropolitana dove viaggiavano Vanessa e le due donne, nonché altri presenti al momento dell'aggressione. All'origine della tragedia forse un banale litigio, probabilmente dovuto a un tentativo di scippo, cominciato all'interno della vettura della metropolitana, che ha scatenato la reazione omicida delle due giovani donne, una delle quali ha colpito a morte Vanessa. Il pm della procura di Roma, Sergio Colaiocco, ha disposto l'autopsia sulla salma della vittima che sarà eseguita domani nel cimitero del Verano a Roma.

 

 
 

[29-04-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE