Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

Lardo: voglio una Virtus affamata

comincia da Bologna la "stagione della speranza"

La Virtus Roma parte per Bologna, dove domenica alle 18,15 (diretta tv su Romauno) affronterà la Canadian Solar Bologna per la prima di campionato.

Il nuovo coach giallorosso Lino Lardo ha parlato della gara e della nuova stagione in un incontro con la stampa, preceduto dalle parole del presidente Toti, che ha definito quella che inizia domani come "la stagione della speranza". Questo per quanto riguarda lo spirito di squadra, assai latitante negli anni passati, per il rapporto col pubblico, quasi totalmente da ricostruire e per il ruolo della pallacanestro a Roma, dove si cercherà di superare le tradizionali difficoltà e diffidenze.

La trasferta di Bologna è accolta con soddisfazione da Lino Lardo, che ritorna da avversario contro la squadra che ha allenato fino a pochi mesi fa. Soddisfazione che, secondo il coach, deriva dalla volontà di misurare sul campo, in partite vere, quella voglia e quell'atteggiamento propositivo che ha già intravisto nei suoi uomini. Nonostante le sole tre settimane di lavoro a ranghi compatti, Lardo ha bisogno di verificare in partita a che punto è il lavoro, consapevole che ce n'è tantissimo da fare.

L'avversario si presenta assai insidioso: i pericoli maggiori derivano sicuramente dagli esterni, primo fra tutti quel Terrell Mc Intyre, che torna in Italia dopo la parentesi di Malaga e soprattutto dopo un Europeo dove ha guidato quasi da solo la nazionale macedone alla semifinale. I giochi in pick and roll, di cui sono ottimi interpreti anche Peppe Poeta e Petteri Koponen, rappresenteranno la prima opzione per i giochi offensivi felsinei. L'altra situazione tattica cui i romani dovranno badare è quella del contropiede, avendo la Virtus bolognese, oltre alla velocità degli esterni anche quella dei lunghi, in particolare di Sanikidze e dell'ex, di cui preferiamo non parlare, Angelo Gigli.
Per cercare di limit.are le potenzialità offensiva di Bologna, Lardo offre una sola ricetta, quella dell'impegno e della dedizione: "ciò che chiedo ai ragazzi, in questo momento, ma anche durante tutta la stagione, è quello di avere più voglia, più fame degli avversari, che è l'unica condizione necessaria per tentare di colmare il gap tecnico che ci separa dalle favorite del torneo"
Lardo si è detto non particolarmente emozionato per questo suo ritorno da ex, vista l'esperienza accumulata negli anni. "Quel pò di emozione che proverò sarà principalmente per il debutto con la Virtus Roma".

Dal punto di vista statistico, la trasferta di Bologna è una delle più ostiche in assoluto, per la Virtus Roma. Nei 44 precedenti giocati nel capoluogo emiliano sono solo sette le affermazioni capitoline, l'ultima delle quali nell'aprile 2008. Dopo di allora tre successi casalinghi abbastanza netti. Vedremo se domani la "fame" sarà sufficiente ad invertire rotta e tradizione.

Andrea De Paolis

[08-10-2011]

 
Lascia il tuo commento