Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Musica
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Musica
 
 

Puro Tango

Miguel Angel Zotto ritorna dopo alcuni anni di assenza dai palcoscenici romani al Teatro Olimpico per due settimane

Il Tango, quello con la “T” maiuscola, di Miguel Angel Zotto, ritorna dopo alcuni anni di assenza dai palcoscenici romani al Teatro Olimpico per due settimane di repliche, fino al 16 ottobre. Ballerino e coreografo, riconosciuto dalla critica internazionale come uno dei fautori della diffusione del tango come danza autentica, dopo le acclamate esibizioni all’ultimo Festival di Sanremo con Belen Rodriguez e la sua prima ballerina Daiana Guspero, Miguel Zotto presenta al pubblico romano il suo nuovo spettacolo “Puro Tango”, nato dopo un lungo periodo di preparazione e nel pieno della sua maturità artistica, inscenando un ampio racconto a ritroso, un documento sulla storia degli stili di ballo del tango in Argentina, dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri. Uno spettacolo completo che descrive la creazione, la storia e l’evoluzione del genere del ballo e della musica del Tango, attraverso l’ausilio di inediti effetti multimediali, proiezioni di filmati d’epoca accuratamente selezionati, girati 25 anni fa dallo stesso Miguel Zotto, insieme a frammenti audio che ricalcano ambientazioni storiche. “Puro Tango” è suddiviso in diversi quadri scenici in cui sono rappresentati le differenti figure e passi che hanno segnato le varie epoche del ballo rio platense per eccellenza. In scena le composizioni coreografiche riprendono i vari stili del tango, dallo stile canyengue, al salon, passando per la milonga fino alle esibizioni acrobatiche e spettacolari tipiche del tango “escenario”. Rappresenta anche una vera e propria occasione per scoprire e conoscere i grandi milongheri di Buenos Aires. Ballerini di strada e cantanti che hanno trasformato il tango, negli anni ’30 e ’40, e che per questo sono diventati veri e propri miti in tutto il mondo. Virtualmente in video e sul palco con le esibizioni dei ballerini ci saranno il famoso El Cachafaz, il rivoluzionario Petróleo, le inimitabili invenzioni di Cacho Lavandina (che quasi per caso ha inventato la tecnica del giro con una corda che pendeva dal soffitto) e tanti altri fino ad arrivare Nelly Omar e Carlos Gardel.                                                                                                     

Nello show si esibiscono Miguel Zotto con Magdalena Valdez e altre quattro coppie di ballerini del corpo di ballo TANGO X 2, la compagnia di tango con alle spalle 22 anni di storia e di successi. Ogni coppia di ballo esalta i virtuosismi coreografici di Zotto, ciascuna con le sue speciali caratteristiche stilistiche. “Il tango non è maschio, è coppia – spiega il Maestro -Cinquanta per cento uomo e cinquanta donna, anche se il passo più importante, l''otto', che è come il cuore del tango, lo fa la donna. Nessuna danza popolare raggiunge lo stesso livello di comunicazione tra i corpi: emozione, energia, respirazione, abbraccio, palpitazione. Un circolo virtuoso che consente poi l'improvvisazione”.                                              
Lo spettacolo è arricchito dalle esecuzioni musicali dal vivo di cinque tra i più noti musicisti di Buenos Aires, dirette da Pocho Palmer e dalla voce di Claudio Garces. I cinque musicisti, tutti bonaerensi, interpretano dal vivo musiche originali di Pugliese, Troilo, D’Agostino, Di Sarli e tanti altri, e non mancano i grandi classici come Gardel e Piazzolla. “Puro Tango” può essere inteso come uno spettacolo a livello dei migliori e grandi musical del mondo.                                                               
Da rilevare, infine, che il dopo spettacolo si anima dei passi di tango, dal palcoscenico all’intero Teatro Olimpico: cinque serate di milonga pensate per il pubblico che vuole continuare a vivere di persona l’emozione del ballo. L’appuntamento per gli spettatori con alcune tra le migliori scuole di tango romane è per il 5, il 6, l’11, il 12 e il 13 ottobre nel foyer del teatro al termine dello show; maggiori informazioni sul sito www.teatroolimpico.it o Facebook del Teatro Olimpico.

[05-10-2011]

 
Lascia il tuo commento