Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Dipendenti Alenia in protesta contro il trasferimento al nord

Campidoglio e Camera di Commercio sostengono i lavoratori

Sono scesi in piazza in centinaia, sono i lavoratori dell'Alenia Aeronautica che protestano per l'annunicata chiusura delle sedi romane ed il trasferimento al nord. Finmeccanica, la Holding del Tesoro che controlla l'azienda, per adesso sembra vada avanti con il piano che piace soprattutto alla Lega di Umberto Bossi e che prevede il trasloco nel Nord Italia delle sedi romane di via Campania e via Bona.

In attesa dell'incontro tra il sindaco Alemanno ed i dirigenti di Finmeccanica previsto per giovedì, i lavoratori hanno organizzato varie forme di protesta. Lunedì è stato il giorno della grande mobilitazione con una manifestazione dei dipendenti in via Campania, una delle sedi dell'azienda. L'adesione alla protesta di via Campania è stata totale con 130 dipendenti e 30 dirigenti che hanno scioperato e si sono radunati indossando magliette nere con su la scritta "Roma non si tocca".

Anche l'Assemblea capitolina ha dato pieno appoggio ai dipendenti approvando due mozioni, praticamente identiche, una della maggioranza e una dell'opposizione, entarmbe dichiaratamente schierate contro la chiusura delle sedi romane.

CAMERA DI COMMERCIO - "La Camera di Commercio di Roma esprime forte preoccupazione per l'annunciata chiusura della sede romana di Alenia. -ha spiegato il Presidente della Camera di Commercio Giancarlo Cremonesi - l'Alenia rappresenta una delle eccellenze industriali del nostro territorio e appartiene ad uno dei settori strategici per lo sviluppo e la crescita dell'economia regionale, quello dell'aerospazio -continua Cremonesi-. Il paventato trasferimento delle attività al Nord, inoltre, rappresenterebbe non solo un enorme disagio per centinaia di famiglie, ma costituirebbe un impoverimento inaccettabile del nostro tessuto produttivo con pesanti ricadute su tutto l'indotto".

[04-10-2011]

 
Lascia il tuo commento