Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Drive

di Nicolas Winding Refn. Con Ryan Gosling, Carey Mulligan

di Francesco Picerno

Driver lavora in un’officina. Ha un talento particolare per la guida pericolosa, dote che lo porta a fare lo stuntman cinematografico e l'autista per delle rischiosissime rapine. L'incontro con Irene, una vicina di casa, renderà la sua vita ancor più movimentata.

Tratto dall'omonimo romanzo di James Sallis e inizialmente offerto al regista Neil Marshall, DRIVE è il secondo film  del regista danese Nicholas Winding Refn ad uscire in Italia, a distanza di pochi mesi da BRONSON. In realtà il regista, appena quarantenne, è al suo ottavo film ed ha girato molti cult apprezzati dalla critica, ad esempio l'epico Valhalla Rising o la trilogia di Pusher.

Film su commissione, premiato con la Palma d'oro per la miglior regia al Festival di Cannes, il film di Refn è un noir fatto di inseguimenti e scene di violenza che omaggiano il grande cinema americano anni 70 e 80 e che portano ai massimi livelli le doti visive del regista. Grazie ad una sceneggiatura ben calibrata e attenta alle sfumature caratteriali dei personaggi, DRIVE è una sintesi tra un cinema crepuscolare e una narrazione intrisa di forti trovate stilistiche (gli inseguimenti, le scene di Los Angeles dall'alto, la colonna sonora, i ralenty). Il fulcro centrale del film, però, è il rapporto particolare che si instaura tra il protagonista e la dolce Irene (con un figlio piccolo ed un marito in carcere) e i guai in cui Driver si caccia per via di questo incontro. 

E' un film che guarda anche al grande pubblico, cercando di sorprendere con colpi di scena calibratissimi e momenti di grande tensione emotiva (scene bellissime da non dimenticare sono l'agguato al motel o l'ultima rapina). DRIVE non solo risulterà attraente per gli amanti del cinema di azione, ma dimostra anche come sia possibile coniugare un certo stile visivo europeo (il regista viene spesso denominato il "Tarantino danese") con alcune regole tipiche del cinema hollywoodiano.
 



votanti: 5
Secondo te quanti euro merita??
 
 
TAG: - Refn - Gosling - Mulligan
 

[28-09-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE