Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Adeguamento tariffe taxi, tutto rimandato

rimandata la discussione della delibera 67 sul regolamento del trasporto pubblico non di linea

Tutto rimandato di qualche giorno. La discussione sull'adeguamento delle tariffe dei taxi arriva in Assemblea Capitolina ma il voto della delibera su una variazione di Bilancio ha fatto slittare quella dedicata alle auto bianche e al regolamento del trasporto pubblico non di linea. Le novità, annunciate dall'assessore alla Mobilità Antonello Aurigemma, riguardano norme più severe per quanto riguarda l'abusivismo, maggior controlli per gli Ncc che irregolarmente con licenza di altri comuni, vengono a lavorare a Roma, incentivi alla categoria con 5 milioni di contributi per il nuovo parco macchine, aumento delle corsie preferenziali e più trasparenza con la ricevuta automatica.

Queste sono le premesse della delibera 67. Una discussione che riguarda i taxi -ora slittata probabilmente a giovedì- e che sarebbe arrivata in Assemblea capitolina per la 17esima volta in due anni con varie tappe travagliate: l'appovazione del 14 luglio 2010 e poi la bocciatura del Tar. L'assessore Aurigemma promette che l'adeguamento delle tariffe non potrà superare l'indice Istat di inflazione del settore, gli aumenti, quindi, non dovrebbero superare il 10-12%.

Ma sulla delibera del trasporto pubblico non di linea la maggioranza non pare molto unita, sono infatti molti gli emendamenti annunciati da consiglieri di centrodestra per apporre variazioni alla proposta di delibera. L'opposizione preannuncia un "no" compatto. "In questa fase di crisi economica -ha detto il capogruppo dell'Assemblea Capitolina Umberto Marroni- le priorità sono altre, come interventi a sostegno dell'edilizia o dei servizi sociali. Chiederemo -ha detto Marroni- l'accantonamento della delibera taxi".
 
 

[26-09-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE