Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Roma - Bruxelles
 
» Prima Pagina » Roma - Bruxelles
 
 

Gay, tensione vescovi e parlamento Ue

tra Vaticano ed Europa vecchi e nuovi fantasmi

E' una guerra tra fantasmi culturali contrapposti. Da una parte l'oscurantismo della Chiesa cattolica malata di "omofobia", a sentire la maggioranza di sinistra del Parlamento europeo. Dall'altra, le istituzioni di Bruxeles e strasburgo "laiciste", "secolarizate" e poco rispettose dei valori religiosi, secondo il Vaticano.

Nello scontro che ha diviso S.Sede ed europarlamento si intuisce qualcosa di più profondo. La delibera contro le "discriminazioni sofferte dalle coppie dello stesso sesso" è vissuta dalle gerarchie come una provocazione.

L'arcivescovo Angelo Bagnasco, nelle scorse settimane, sembrava avesse accostato maldestramente coppie di fatto e pedofilia. Le sue parole erano state forzate, anzi seondo il cardinale Angelo Scola, "falsificate". L'episodio ha comunque alimentato nuove tensioni.

Parlare di conflitto tra Parlamento europeo e Vaticano forse è eccessivo. Ma l'incomprensione e l'insofferenza tra le istituzioni dell'Ue e le gerarchie cattoliche si ripropongono senza mediazioni, e su un tema di frontiera come quello delle unioni di persone tra lo stesso sesso, sul quale l'Italia si sta lacerando da mesi.

[27-04-2007]

 
Lascia il tuo commento