Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Scippano la moglie, il marito reagisce e viene investito

romano di 68 anni in fin di vita. La moglie: "Deve essere fatta giustizia"

Ha cercato di farsi giustizia da solo, reagendo ai malviventi che avevano rapinato sua moglie. Un romano di 68 anni è stato travolto dall'auto degli scippatori ed ora è in fin di vita. È finito in tragedia l'ennesimo caso di microcriminalità a Roma, già al centro delle cronache per alcuni agguati ed episodi di violenza negli ultimi giorni.

A lottare tra la vita e la morte è un romano di 68 anni, di nome Ennio Lupparelli, che intorno alle 20 di ieri sera stava camminando in via Sarnano, nel quartiere di San Basilio, su un marciapiedi con la moglie. Improvvisamente sono passati i due malviventi che hanno scippato la borsa della moglie e sono scappati. L'uomo li ha rincorsi a piedi ma i due hanno imboccato una sorta di vicolo cieco e durante la fuga, dopo aver innestato la retromarcia, lo hanno investito. Una ruota è passata sulla testa della vittima, che è stata subito soccorsa. L'uomo è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico all'ospedale Pertini, ma le sue condizioni sono definite disperate dai medici.

ARRESTATO LO SCIPPATORE - Lo scippatore che ha investito il romano è stato rintracciato e bloccato. Ha diversi precedenti per reati contro il patrimonio. La stessa moglie della vittima avrebbe riferito alle forze dell'ordine di aver visto lo scippatore scappare da solo a bordo dell'auto. La Fiat Panda utilizzata dal malvivente è stata ritrovata poco dopo lo scippo, in fiamme, in via Gigliotti, a poca distanza dal luogo del primo episodio. Per diverse ore, all'interno del quartiere di San Basilio, spesso teatro di agguati ed episodi di criminalità e dove proprio ieri c'è stato uno dei maxi-blitz delle forze dell'ordine, molte persone si sono intrattenute in strada sfogando la propria rabbia.

LA MOGLIE "Sia fatta giustizia"- La moglie del romano è ancora sotto shock per quanto accaduto ed invoca giustizia: "In questo momento voglio restare chiusa nel mio dolore, voglio che sia rispettata la mia sofferenza. Ma deve essere fatta giustizia. Chiedo giustizia per mio marito e certezza della pena. La persona arrestata deve scontare tutti gli anni della pena che gli verrà inflitta".
 
 

[21-09-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE