Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Gioco erotico in un garage, muore ragazza di 24 anni

provano la pratica giapponese dello "shibari", rimangono soffocate

Un gioco erotico finito male. Qualcosa è andato storto in un garage di via di Settebagni in zona Bufalotta, mentre due giovani ragazze stavano provando, insieme ad un romano di 42 anni, a mettere in atto l'antica forma artistica della legatura del corpo "shibari".

LA DINAMICA - Le due donne erano legate con una stessa corda (ognuna da uno dei due capi opposti) in varie parti del corpo fino al collo. La corda passava su una trave orizzontale all'altezza di due metri da terra, una sorta di tubo metallico all'interno di un garage di proprietà dell'Agenzia delle Entrate. Attraverso il gioco dello Shibari ognuna faceva da contrappeso all'altra alternandosi in saltelli: una scendeva verso terra, l'altra saliva verso l'alto, dandosi la spinta con le punte dei piedi, in una sorta di dondolio. Una delle due ragazze a un certo punto è svenuta restando in terra e costringendo a restare in alto l'altra, che è così morta impiccata. Al gioco assisteva un ingegnere romano, che le avrebbe legate. A quanto si è appreso, la vittima era un'impiegata romana, l'altra originaria di Lecce.

Intorno alle 5 di questa mattina la ragazza di 24enne, romana, è stata trovata senza vita mentre l'altra giovane 23enne, è ricoverata in codice rosso al policlinico Sant'Andrea in stato di incoscienza.

A chiamare il 118 sarebbe stato l'uomo di 42 anni, romano. L'uomo stava partecipando al rito erotico insieme alle due ragazze.

SHIBARI - La pratica dello "Shibari" in antichità era una modo per legare i prigionieri con corde sottili e che formavano disegni geometrici sul corpo, oggi è utilizzata come pratica sadomaso.
 
 

[10-09-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE