Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Omicidio Edoardo Sforna, caccia ai killer

gli investigatori sarebbero vicini alla cattura dei responsabili

L’omicidio di Edoardo Sforna potrebbe essere vicino alla soluzione. Dagli ambienti investigativi non arrivano né conferme né smentite. E forse proprio questa riservatezza potrebbe significare che i carabinieri del nucleo investigativo di Frascati sono vicini a chiudere il cerchio. Secondo indiscrezioni, i militari avrebbero già un’idea sull’identità dell’assassino di Edoardo e del suo complice: sarebbero due ventenni, uno pregiudicato, l’altro incensurato.

Edoarfo Sforna, diciotto anni, volontario della Croce rossa, era stato ucciso la sera dello scorso 23 agosto, di fronte alla pizzeria a morena dove lavorava saltuariamente. I suoi assassini sarebbero proprio del quartiere: due ragazzi poco piùgrandi di lui. Resta da chiarire il movente, ed è soprattutto su questo i carabinieri stanno lavorando. Dodo (cosi’ era soprannominato edoardo) potrebbe aver fatto uno sgarbo a qualche pusher della zona, un piccolo spacciatore che conosceva. A costare la vita al diciottenne potrebbe quindi essere stata un’amicizia sbagliata. Ma resta tutto da confermare. In due settimane di indagini, dal passato di edoardo non è spuntato nessuno scheletro nell’armadio.

A lungo, infatti, è stata battuta la pista dello sbaglio di persona. Ma la modalità dell’omicidio fa pensare ad altro: edoardo avrebbe scambiato qualche parola col suo assassino prima dei quattro colpi di pistola. Improbabile dunque che l’omicida abbia sparato alla persona sbagliata. Non è stata scartata invece l’ipotesi che in realtà il killer non volesse uccidere, ma solo gambizzare il 18enne. Il perché di tanta ferocia resta ancora avvolto nel giallo.
 
 

[07-09-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE