Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
libri & letteratura
 
» Prima Pagina » libri & letteratura
 
 

Conan il mito

Al cinema e in libreria, il ritorno del barbaro cimmero

Mentre sugli schermi cavalca impavido il Conan-Jason Momoa diretto da Marcus Nispel è arrivato sugli scaffali “Conan il mito”, monografia di Paolo Bertetti dedicato al personaggio creato negli anni Trenta dallo scrittore Robert Ervin Howard. Capostipite del genere “heroic fantasy”,  ambientato in mondi immaginari preistorici o medievali, Howard fece esordire il barbaro cimmero dopo aver dato vita a Solomon Kane, altro personaggio portato sullo schermo negli anni passati.

Fu però Conan a portare Howard alla notorietà, dando vita già dagli anni Sessanta a serie a fumetti, adattamenti televisivi, cartoni animati, giochi di ruolo e videogames. Con “Conan il Barbaro” (1982) di John Milius entrerà, però, nell’immaginario collettivo la definitiva incarnazione del guerriero cimmero nella persona di Arnold Schwarzenegger, ex Mister Olympia ora attore. Il film ebbe un seguito l’anno successivo ma “Conan il Distruttore”, diretto da Richard Fleischer non ebbe un successo paragonabile alla pellicola precedente.

Il libro di Bertetti – sottotitolo “identità e metamorfosi di un personaggio seriale tra letteratura, fumetto, cinema e televisione” - analizza le origini, la storia e le metamorfosi del personaggio, soffermandosi in particolare sui modi in cui l'identità del personaggio si sia andata costruendo, e insieme diversificando, attraverso le sue diverse avventure nei vari media.

Paolo Bertetti
“Conan il mito - identità e metamorfosi di un personaggio seriale tra letteratura, fumetto, cinema e televisione”
Editore ETS
2011
Pagg.176
 
 

[06-09-2011]

 
Lascia il tuo commento