Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Omicidio stalker: trovata macchina degli assassini

E' una Fiat Punto ritrovata a Guidonia

E’ una Fiat Tipo la vettura che gli assassini di Stefano Suriano (lo stalker ucciso il 14 agosto in un distributore di benzina sulla Tiburtina) avevano utilizzato per darsi alla fuga subito dopo l’omicidio. L’automobile e’ stata trovata stamattina dai carabinieri del nucleo investigativo di via in Selci insieme a quelli della compagnia di Montesacro. Il ritrovamento e’ avvenuto in un terreno agricolo nei pressi di Guidona Montecelio a tre giorni da un'altra scoperta importante: venerdi’ scorso infatti era stata rinvenuta la presunta arma del delitto nel fiume Aniene: un coltello di circa 30 centimetri che Carlo Nanni - l’omicida reo confesso- aveva dichiarato di aver gettato nel fondale.

L’automobile e’ risultata di proprietà del padre dei fratelli Aratari (complici di Carlo Nanni nell’aggressione) e verra’ sottoposta agli accertamenti per verificare la presenza al suo interno di impronte digitali utili alle indagini. I carabinieri hanno anche identificato, perquisito e denunciato in stato di liberta’  un 45enne di Guidonia ritenuto la persona che avrebbe  offerto ospitalita’ ad Antonio Aratari (uno dei due complici di Nanni gia’ in carcere) subito dopo il delitto, per sottrarlo alla cattura. I sospetti sull’uomo sono nati dopo il ritrovamento, nella sua abitazione, di alcune garze ancora intrise di sangue con le quali Nanni si sarebbe medicato le ferite riportate durante l’aggressione. Resta da verificare il grado di premeditazione dell’omicidio e l’eventuale esistenza di altre persone coinvolte

[29-08-2011]

 
Lascia il tuo commento