Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
A tutto gas
 
» Prima Pagina » Sport Roma » A tutto gas
 
 

Motogp, Stoner: un monopolio

L'australiano della Honda conquista anche Indianapolis senza affanni. Pedrosa secondo e il pilota di casa Spies completa il podio. Rossi male 10


Con questo successo di Casey Stoner, settimo stagionale, il mondiale 2011 della Motogp andrà presto in archivio. L'australiano stravince anche a Indianapolis con una gara che gli ha dato solo il grattacapo iniziale con i sorpassi su Lorenzo e Pedrosa che lo avevano sopravanzato alla partenza. Passato in testa è stato il solito assolo fino al traguardo. Secondo giunge il compagno di squadra Pedrosa mentre terzo l'americano della Yamaha Ben Spies con il rammarico di aver perso alcune posizioni al via. Solo quarto Jorge Lorenzo. Per Valentino Rossi una gara complicata anche da un dritto, finisce in decima posizione.

Solita partenza bruciante di Pedrosa con Lorenzo che si porta subito in seconda posizione con Stoner in terza, Spies perde posizioni dopo aver rischiato di cadere. Simoncelli attacca con decisione Hayden e va alla caccia dei primi tre che hanno già un leggero margine. Stoner passa sul dritto con una facilità disarmante Lorenzo e mette nel mirino Pedrosa. I due della Honda hanno un passo diverso e mettono un buon distacco tra loro e Lorenzo che è un po' in affanno braccato da Simoncelli. Stoner rompe gli indugi e sorpassa Pedrosa, vedremo se avrà il passo per andare da solo fino al traguardo. Intanto l'australiano fa il giro veloce mentre nelle retrovie Rossi è in undicesima posizione in lotta con Barbera che gli è davanti. Ma il pesarese fa un dritto e si ritrova ora in ultima posizione. 16 giri al termine con le prime tre posizioni che sembrano essere congelate, Stoner mette oltre 2 secondi tra se e Pedrosa, Lorenzo insegue a oltre 7 secondi. Ma occhio alla rimonta di Spies che ora è quarto e può avvicinarsi al compagno di squadra, l'americano gira sugli stessi tempi di Stoner. Detto fatto, SPies raggiunge Lorenzo e lo passa prendendosi il terzo posto. Ritiro per Loris Capirossi, l'usura delle gomme lo ha costretto a rientrare ai box. Per lo stesso motivo finisce la gara anzitempo Abraham mentre Hayden è costretto alla sosta per sostituire la gomma anteriore.

Stoner con questo successo aggiunge altri punti preziosi per il titolo raggiungendo quota 243 con 44 punti di vantaggio su Lorenzo che sale a 199. Terzo sempre Dovizioso a 174 punti.  

L'ordine di arrivo:

1 Casey STONER AUS Repsol Honda Team Honda 151,1 46'52.786
2 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 150,8 +4.828
3 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing Yamaha 150,5 +10.603
4 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 150,2 +16.576
5 Andrea DOVIZIOSO ITA Repsol Honda Team Honda 150,2 +17.202
6 Alvaro BAUTISTA SPA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 149,5 +30.447
7 Colin EDWARDS USA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 149,0 +39.690
8 Randy DE PUNIET FRA Pramac Racing Team Ducati 148,3 +53.416
9 Hiroshi AOYAMA JPN San Carlo Honda Gresini Honda 148,3 +53.790
10 Valentino ROSSI ITA Ducati Team Ducati 148,2 +55.345
11 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 148,1 +57.184
12 Marco SIMONCELLI ITA San Carlo Honda Gresini Honda 147,9 +1'00.141
13 Toni ELIAS SPA LCR Honda MotoGP Honda 147,8 +1'02.169
14 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 138,0 2 Giri


Vincenzo Samà
 
 

[28-08-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE