Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
A tutto gas
 
» Prima Pagina » Sport Roma » A tutto gas
 
 

Vettel e la Red Bull trionfano a Spa

Quarto Alonso, male Massa. Incidente per Hamilton.

Nella gara che doveva riaccendere le speranze degli inseguitori, Sebastian Vettel e la Red Bull piazzano il colpo del k.o. Il tedesco torna alla vittoria dopo tre gare e allunga ancora nella classifica del Mondiale dove ormai ha un vantaggio che a piacer vostro potete definire abissale o imbarazzante.  Alle sue spalle si sono piazzati Webber e Button, autori di belle e intelligenti rimonte, in una gara che ha regalato molte emozioni, già a partire dal via, quando Bruno Senna ha pensato bene di cancellare in un attimo quanto di buono fatto nelle qualifiche andando dritto contro il povero Alguersari e rovinando nel peggior modo possibile la domenica di entrambi.  Non è stato l'unico contatto della giornata e il più spettacolare (per fortuna senza conseguenze) ha tolto di mezzo uno dei protagonisti più attesi: Lewis Hamilton ha dovuto fare i conti con la grinta, purtroppo in questo caso clamorosamente inutile, di Kobayashi, che ha cercato di resistere all'attacco dell'inglese. ritardando troppo la frenata alla fine del Kemmel.  Non sono mancati a dire il vero nemmeno i bei sorpassi e sicuramente Spa si è confermato un tracciato da preservare in eterno per i contenuti tecnici che può offire. Senza nulla togliere ai protagonisti in pista, va però detto che il risultato finale è stato condizionato pesantemente dal differente comportamento delle vetture con le diverse mescole della Pirelli più che dalla effettiva abilità dei piloti. Ed ecco che arriviamo a parlare della Ferrari. La cattiva resa delle “medie” sulla Rossa è costato infatti il podio ad Alonso, finito quarto dopo uno spunto iniziale fantastico che lo aveva portato ad essere in testa per diversi giri.  Opaca invece la prestazione del compagno di team Massa, giunto ottavo al traguardo. Restano dubbi pure sulla strategia adottata al muretto. A Monza urge pronto riscatto. Chi invece probabilmente ha corso il miglior Gp della stagione è stato Michael Schumacher, da ventiquattesimo a quinto, togliendosi pure lo sfizio di superare Rosberg. Davvero un bel modo di festeggiare i suoi vent'anni di Formula 1.

[28-08-2011]

 
Lascia il tuo commento