Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Emergenza casa

prima riunione della commissione sfratti

Aveva voluto la commissione, ma ora il prefetto Serra si dice pronto ad abolirla, perche’ dichiara :“noi non vendiamo fumo”. La commissione di graduazione degli sfratti, uno degli strumenti nati per fronteggiare l’emergenza casa, oggi si e’ riunita per la prima volta.

Attorno allo stesso tavolo, oltre al prefetto, rappresentanti di comune, Ater, polizia e associazioni di categoria. Ma sono gli stessi inquilini, usciti dalla riunione a dichiararsi fortemente preoccupati. In una nota congiunta Sicet, Sunia, Uniat, Federcase e Unione inquilini sostengono che “sono emersi con chiarezza i limiti degli strumenti a disposizione della commissione per la realizzazione concreta del passaggio da casa a casa”. Ma qual e’ il compito di questo neonato organismo? Oltre a graduare gli sfratti dovrebbe riordinare le graduatorie comunali per l’assegnazione degli alloggi.

La legge 9 del 2007, stabilisce una proroga di 8 mesi per determinate catergorie di sfrattati, come portatori di handicap, over 65 e malati termniali. E’ questo uno dei paletti da tenere presenti, ma intanto a roma ai vecchi sfratti se ne continuano ad aggiungere ogni giorno di nuovi, complicando una situazione gia’ di per se’ a dir poco di difficile soluzione.

Tra dieci giorni ci sarà una seconda riunione della commissione, ma prima, cioè tra 2 o 3 giorni, il prefetto ha convocato un gruppo tecnico di lavoro formato da proprietari, inquilini e polizia che dovra’ chiarire ancora meglio i compiti da svolgere… insomma, una matassa che sembra sempre piu’ difficel da dipanare.

Da una parte le famiglie a rischio sfratto che rischiano di non essere tutelate, dall’altra migliaia di persone che da anni aspettano l’assegnazione del’alloggio del comune… una parola di speranza oggi l’ha fornita l’assessore al patrimonio e alla casa del campidoglio Claudio Minelli, che ha ricordato come il comune abbia gia’ deciso di fornire 500 case l’anno, mentre tra il 2007 e il 2008 saranno pronti altri 1500 alloggi. Ma alle parole, tutti si augurano, sfrattati in testa, che presto seguano anche i fatti.

 
TAG: casa
 

[23-04-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE