Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Falso allarme bomba al Colosseo

Alemanno: "Possibilità di installare telecamere"

Un barattolo di acqua ragia con dentro una batteria da nove volts e dei fili che fuoriuscivano. E' l'oggetto notato da un volontario della protezione civile, all'interno del Colosseo. L'uomo, intorno alle 17, ha subito dato l'allarme avvertendo le forze dell'ordine. Immediatamente sono stati fatti evacuare circa 1000 visitatori che erano presenti all'interno dell'Anfiteatro Flavio e la zona è stata transennata. Gli artificieri dei carabinieri alle 18.30 hanno fatto brillare l'oggetto, poi rilevando che si trattava di una falsa bomba.

"Stavo facendo un controllo di routine quando mi sono accorto, all'interno di una buca di circa un metro, lungo il percorso dei turisti, di un barattolo di latta, grande come quello dei pomodori, con del nastro argentato e due fili neri che spuntavano. -racconta Antonio Mastromarino, il volontario della Protezione Civile che per primo ha visto il falso ordigno rudimentale. Quell'oggetto si trovava sul primo anello del Colosseo, al di là di una transenna -racconta- Potrebbe essere stato quindi gettato da qualcuno, ma non si sa quando. Forse anche ieri".

Il Colosseo riaprirà normalmente domani. Per il sindaco Alemanno si è trattato di "uno scherzo di cattivo gusto" ad opera di un "pazzo, squlibrato". Il sindaco pondera anche la possibilità di installare telecamere all'interno del monumento più famoso di Roma. "Bisogna fare in modo che nessuno possa portare all'interno del Colosseo oggetti di questo genere -ha detto il sindaco- Chiederò al Mibac che nel progetto di restauro vengano inserite telecamere e metal detector all'interno del monumento".

PROCURATO ALLARME - I carabinieri indagano per procurato allarme. Finora nessuno ha rivendicato il gesto.
 
 

[07-08-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE