Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Ramadan: gli auguri di Alemanno

"saluti ai musulmani in Italia e nel Mondo"

E' iniziato il mese di digiuno per più di 100 mila musulmani a Roma e Provincia. Il Ramadan, che terminerà il prossimo 29 agosto, prevede che i praticanti per purificarsi si astengano - dall'alba al tramonto - dal bere, mangiare, fumare e dal praticare attività sessuali. Come tradizione, sono giunti gli auguri del primo cittadino: "Come sindaco di Roma Capitale esprimo i miei più sinceri auguri alla Comunità Islamica della nostra città e a tutti i Musulmani nel mondo per l'inizio del mese di Ramadan. Questo tempo di digiuno e preghiera, che per i fedeli islamici rappresenta un momento significativo della loro appartenenza religiosa e della loro profonda identità spirituale, è un invito all'unità e alla concordia che auguro di cuore a tutti i musulmani e alla nostra comunità cittadina".

"Anche la nostra città - continua Alemnano- attraverso la sua Comunità Islamica, partecipa a questo evento di carattere mondiale e testimonia una volta di più la vocazione universale di Roma. E come ogni anno - prosegue Alemanno - sarà per me un onore partecipare con i rappresentanti della comunità musulmana della Capitale all'iftar, la rottura serale del digiuno, presso la Grande Moschea. Grazie a questa accreditata istituzione è stato possibile nello scorso mese di maggio dare vita alla prima edizione della Settimana della Cultura Islamica, evento unico in Italia che ha visto, oltre alle comunità locali, la partecipazione di significativi paesi islamici quali Marocco, Tunisia e Giordania".

"È mio augurio che questa Settimana si realizzi anche l'anno prossimo entrando a far parte a pieno titolo degli appuntamenti culturali romani - ha detto ancora Alemanno -. Anche per questo, ho inteso da questo mese di Ramadan ospitare anche in Campidoglio un iftar, come già tradizione presso altre istituzioni del nostro Paese, così che si evidenzi sempre di più il forte rapporto di partecipazione che lega le rappresentanze della nostra città e quelle della comunità islamica. I musulmani romani contribuiscono infatti allo sviluppo economico e alle dinamiche sociali del nostro territorio in modo significativo, essendo essi una comunità operosa e collaborativa".
 
 

[01-08-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE