Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

Virtus sconfitta a Biella

seconda gara negativa per Lottomatica Roma

Dopo Cantù Roma cade anche a Biella, al termine di una gara combattuta, ma mai controllata fino in fondo nei momenti chiave. La troppa libertà concessa a Daniels ha permesso al numero 14 di Biella di fare il bello e il cattivo tempo, segnando o regalando preziosi assist ai mortiferi tiratori biellesi. Nel primo quarto bene Roma che conduce la gara con notevole maturità, dopo 5 minuti vola a +7 (7-14). Ma il vantaggio dura poco perché l’Angelico comincia a scaldarsi e alla fine del primo quarto ha già ripreso la Virtus, 18-22. Dal secondo quarto comincia il calvario blugiallorosso, Biella spinge sull’ acceleratore, Roma cerca di non smarrirsi. Tutto inutile, o quasi. L’Angelico comincia a forzare da tre punti molti tiri,e intorno alla metà del periodo vola sul +5 (32-28). La Lottomatica però non molla e con alcune belle giocate difensive prima, offensive poi, manda tutti negli spogliatoi con il punteggio di 40-39 Biella. Il parziale del secondo quarto parla piemontese, 22-17.

 

Secondo tempo che riparte con Biella decisa a scappare via, e Roma sorniona che cerca di far passare le sfuriate rossoblu. Il terzo quarto è caratterizzato da grandi parziali: inizia Biella portandosi sul 49-41 e costringendo Repesa al time out, poi risponde la Virtus ricucendo lo strappo e andando sul 49-49. Per chiudere il quarto però arrivano due bombe dell’Angelico, e alla sirena siamo sul 59-53. Dopo un terzo quarto piuttosto ondivago si apre un quarto quarto combattutissimo. Roma con Lorbek e Giachetti nei primi minuti si tiene a contatto di Biella (65-62), ma un parzialone piemontese porta la squadra di coach Bechi sul +12 (74-62) a quattro minuti dalla fine. Roma, a sorpresa, non si scioglie e con Bodiroga e Righetti arriva a 40” dalla fine sul -4. Ma è tardi, perché a condannare la squadra romana- oltre all’inopinato sottomano sbagliato in solitudine da Stefansson - ci pensa Daniels con due tiri liberi che chiudono la contesa e lasciano l’amaro in bocca a Roma.


È mancata di nuovo la panchina. Purtroppo le partite non si vincono in cinque, specialmente in trasferta su campi roventi come quelli di Cantù e Biella. Se i partenti in quintetto regalano 54 punti complessivi – nonostante un pessimo Hawkins da 6 punti e uno spento Lorbek da soli 10 punti – quelli che vengono dalla panchina ne regalano solo 17. Per darvi una migliore idea della brutta prestazione vi dirò che da solo Bodiroga ha realizzato 17 punti. Al contrario bisogna constatare che la squadra è unita, tosta, compatta, che ha voglia di lottare,di faticare, di non ricadere negli errori (orrori se preferite) di Vitoria. Per ora bisogna consolarsi così, in attesa del prossimo incontro, mercoledì sera contro Varese.


Marco De Leo

foto: http://www.virtusroma.it/galleria.php?dir=220407

[23-04-2007]

 
Lascia il tuo commento