Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Carenza di Vigili del fuoco. "Siamo troppo pochi"

alla stazione Tiburtina impegnati 60 uomini su 200 in servizio

È una situazione arrivata ad un punto critico, quella descritta dalle associazioni di categoria dei vigili del fuoco: carenza negli organici, automezzi obsoleti, scarse risorse investite in formazione, tagli ai finanziamenti. Una condizione di difficoltà che ripercuote sul servizio offerto ai cittadini, ma anche sulle condizioni di lavoro a cui sono costretti i pompieri.

"Domenica per spegnere l'incendio alla stazione Tiburtina sono intervenuti 60 vigili su 200 in servizio per ogni turno in tutta la provincia. Questo vuol dire che per l'intera giornata i romani non erano coperti dal servizio in caso di un'altra emergenza". L'allarme sulla carenza di organico dei vigili del fuoco è stato lanciato dai rappresentanti sindacali dei pompieri di Fp-Cgil, Fns-Cisl e Uil-Pa. I sindacati hanno presentato un documento congiunto che elenca le 10 principali criticità. Secondo i sindacati, a Roma e Provincia mancano ben 400 vigili del fuoco.

Gli standard europei prevedono che ci sia un vigile del fuoco ogni 1500 abitanti. Nella provincia di roma, dove operano 250 pompieri, di cui 50 impiegati stabilmente negli aeroporti, il rapporto è invece uno ogni 20 mila.
 
In una situazione d’emergenza come è stato l’incendio alla stazione di Tiburtina, domenica scorsa, sono stati impiegati 60 uomini, lasciando quindi sguarnito un territorio vastissimo. Proprio sulle stazioni della metropolitana, inoltre, i sindacati di categoria lanciano un allarme. Dopo 10 anni è stato infatti sospeso il servizio antincendio che i vigili del fuoco assicuravano in alcune stazioni della metropolitana.

[27-07-2011]

 
Lascia il tuo commento