Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Disagi dopo l'incendio a Tiburtina

riaperta parzialmente la stazione, a Termini ritardi fino ad un'ora

Pian piano si va normalizzando, a due giorni dall'incendio alla stazione Tiburtina, la situazione alla stazione Termini. I treni partono e arrivano segnando ritardi che solo in pochi casi arrivano ad un'ora. Le maggiori criticità vengono registrate sulle linee che transitano da e per Ancona, Foligno, Perugia, Orte e Spoleto: i convogli partono infatti dalla stazione Ostiense. Presi d'assalto, nonostante il numero delle persone sia diminuito, i punti informazione e le pettorine arancioni che forniscono senza sosta informazioni ai disorientati passeggeri.

Chi vorrà prendere un treno ad alta velocità, informano, potrà fare il biglietto a bordo in accordo con il capotreno e senza pagare la sovrattassa. Bloccate o molto a singhiozzo le prenotazioni per la Tav online, mentre funzionano regolarmente quelle per i regionali. Colonna sonora della stazione centrale della capitale, gli altoparlanti che si scusano per il disagio arrecato quando viene comunicato un ritardo.

CAOS A TIBURTINA - "Un disastro. Nessuno ci ha avvisato di niente. Ci hanno fatto scendere qui senza dare spiegazioni ulteriori". Molti passeggeri che viaggiavano sulla tratta Fr1, quella da Orte, sono disorientati ed arrabbiati. Lamentano un'odissea durata anche tre ore. La maggior parte è scesa questa mattina alla fermata della stazione Tiburtina, riaperta da poco. "Qui è un casino. È stata un'odissea. Ci abbiamo messo tre ore per arrivare da Orte a Roma, io sono partito questa mattina da Pesaro", ha detto un uomo in giacca e cravatta. "Questa fermata non era prevista - ha spiegato una donna - dovevamo scendere a Ostiense. Ora invece ci ritroviamo qui. Non so neanche dove devo andare. È un casino. Mi hanno detto che la metro rifunziona ma dove la devo prendere?". Sono in tanti a sentirsi spaesati una volta scesi ai binari 24 e 25, gli unici funzionanti della stazione Tiburtina; i passeggeri devono per forza uscire dall'ingresso Pietralata che si trova dall'altra parte del ponte sotto cui passa la ferrovia.
 
 

[26-07-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE