Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

No alla discarica. Sesto giorno di protesta a Fiumicino

"Abbiamo raccolto 12.000 firme contro ipotesi inceneritore e discarica"

Sesto sabato di protesta per i residenti di Fiumicino contro l’ipotesi discarica e inceneritore nella località Castel Campanile, a Pizzo del Prete. Un migliaio di residenti, con famiglie al seguito, ha sfidato la pioggia torrenziale per consegnare al sindaco di Fiumicino Mario Canapini una scatola con oltre 12 mila firme. Ben 12.000 mila persone, firmando la petizione, hanno infatti espresso la loro contrarietà all’impianto di smaltimento di rifiuti, che, secondo il piano regionale, dovrebbe sorgere entro tre anni nella zona nord del comune di fiumicino.

"Abbiamo raccolto migliaia di firme -spiega Massimo Piras, del Comitato Rifiuti Zero- consegneremo al sindaco queste firme anche di cittadini di altri comuni, come quello di Ladispoli. Siamo contrari ad ogni tipo di discarico od inceneritore. Bisogna invece puntare -continua Piras- sul porta a porta, impianti di smaltimento per la differenziata e compostaggio".

Il comitato rifiuti zero chiede al sindaco di Fiumicino la revoca della “delibera 111” con cui il comune ha espresso parere favorevole alla localizzazione di un inceneritore nel territorio. Il comitato contro l'ipotesi discarica ed inceneritore a Fiumicino nord chiede all’amministrazione regionale, anziché la costruzione di nuovi impianti, maggior attenzione alle politiche sullo smaltimento dei rifiuti.

IL SITO DEL COMITATO RIFIUTI ZERO

[25-07-2011]

 
Lascia il tuo commento