Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Musica
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Musica
 
 

Mit all'Auditorium, chiudono i Primal Scream

tappa romana per la band inglese

di Rosario Sparti

Beat, droni, campionamenti, loop elettronici, perimetravano l’aerea dell’Auditorium a Roma. La città fuori pigramente replicava il consueto scorrere del tempo, scossa solo dallo sciopero dei mezzi pubblici, mentre all’interno delle strutture di Renzo Piano andava in scena il mondo dell’elettronica. La prima giornata del festival MIT – Meet in Town,in susseguirsi di dj set e concerti ha trovato il suo acme nell’esibizione serale dei Primal Scream.

La band inglese ha deciso di fare tappa anche in Italia con un celebrato tour che vede la riproposizione integrale del loro album di maggior successo: Screamadelica, celebrato disco della Creation Recors del 1991. Un album considerato uno spartiacque nel mondo del rock. All’alba degli anni ’90 infatti manifestò per la prima volta una commistione profonda tra rock, house music, gospel, dub e soul divenendo l’epigono d’una tendenza musicale, che poi trovò con il fenomeno Madchester la sua perfetta espressione in gruppi come Stone Roses, Happy Mondays e i New Order versione Ibiza. Seguendo la scaletta del disco, la partenza del concerto si è rivelata esplosiva con una trascinante Movin’ on up , per poi rallentare con una parte centrale più d’atmosfera, fino a trovare il culmine nella doppietta Loaded e Higher than the sun, punto d’incontro esplosivo tra rock psichedelico e groove da dancefloor, che riusciva trascinava alle danze anche le sedie. Giunti ai bis il contatto tra band e pubblico è divenuto irrefrenabile, così, al ritmo di Rocks, si è vista una pacifica invasione del palco da parte d’un pubblico oramai impazzito, divenuto il simbolo d’una serata all’insegna di rock, amore e elettronica.

[23-07-2011]

 
Lascia il tuo commento