Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Bilancio del Teatro dell'Opera

riduzione di costi, assorbito un buco di 11 milioni

Bilancio in pareggio, crescita degli abbonamenti, dei biglietti e degli spettacoli, riduzione dei costi: sono numeri positivi quelli presentati dalla fondazione del teatro dell’Opera di Roma. Nel giro di un paio d’anni, il teatro ha riassorbito un buco di bilancio di 11 milioni, grazie a un controllo della spesa e al sempre crescente numero di spettatori, sintomo di una qualità che secondo la fondazione è rimasta alta.

Una gestione positiva, dunque, diversa da quella descritta giorni fa dai sindacati confederali. E proprio per venerdì era convocato un tavolo tra il sindaco Alemanno e le parti sociali, per discutere di fondi, maestranze e lavoratori precari.
Ma il vertice si è risolto con una frattura sindacale. Cgil, Cisl e Uil non si sono presentati, chiedendo l’apertura di un tavolo separato che tenga fuori le sigle autonome. Sigle autonome che, da parte loro, non ci stanno e denunciano un atteggiamento inaccettabile.

Uscendo dal vertice, il sindaco Alemanno ha annunciato che nei prossimi giorni cercherà di riunire tutti i sindacati intorno allo stesso tavolo. L’ennesima battaglia sul teatro dell’opera sembra appena cominciata.
 
 

[22-07-2011]

 
Lascia il tuo commento