Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politikamente
 
» Prima Pagina » Politikamente
 
 

Strage Usa, poteva essere evitata?

E' stata una delle stragi più efferate nella storia degli Stati Uniti e poteva essere evitata. Un ragazzo di 23 anni dell'istituto Virginia Tech di Blacksburg ha ucciso, in due ore, 32 persone e poi si è tolto la vita.

Alle 7:15 Cho Sheung Ui entra nel dormitorio che ospita circa 900 ragazzi, con sè porta due pistole automatiche e dopo un diverbio uccide prima la ragazza di 18 anni che l'aveva respinto e poi un consigliere dell'università intervenuto per sedare il diverbio. Dopo due ore, alle 9:15, partone le prime email che informano gli studenti sull'accaduto, ancora non viene presa nessuna misura di sicureza nè viene dato alcun allarme ufficiale. Intanto Cho ha il tempo di tornare nella sua stanza e ricaricare le armi, si sposta nella sede d'ingegneria, minaccia un gruppo di studenti, li costringe ad incolonnarsi lungo la parete, e prima di togliersi la vita spara ad altre 30 persone uccidendole.

Dieci minuti dopo un'altra email avverte gli studenti di chiudersi nelle loro stanze e stare lontano dalle finestre. Sono passate due ore e 45 minuti da quando il ragazzo di origine sud coreana ha premuto il grilletto per la prima volta. Degli agenti di sicurezza dell'università, dopo più di due ore, non si è vista neanche l'ombra. Nessuna comunicazione di equazione e nessuna chiusura del campus, insomma è chiaro che ci sia stato un errore di valutazione della scuola.

Il rettore del Virginia Tech si è difeso così "sapevamo che c'era una sparatoria ma pensavamo fosse un incidente limitato, confinato". Tesi confermata anche dalla polizia universitaria, il capo degli agenti dell'università, che ospita 26.000 studenti, era sicuro che il primo incidente dosse solo una scaramuccia tra ragazzi.

La Casa Bianca ha annunciato una settimana di lutto nazionale, il Presidente degli Stati Uniti nel suo discorso ufficiale ha rassicurato la Nazione anche se Bush, in realtà, continua ad essere contrario ad una legge che restringa il porto d'armi negli USA.

Romano

[18-04-2007]

 
Lascia il tuo commento