Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
A tutto gas
 
» Prima Pagina » Sport Roma » A tutto gas
 
 

Alonso, finalmente!

Lo spagnolo trionfa a Silverstone davanti alle Red Bull.

Lo aveva detto alla vigilia: "Silverstone è il punto di non ritorno per la nostra stagione". Quando gli appuntamenti contano Fernando Alonso raramente sbaglia, ma in pochi avrebbero scommesso sulla sua vittoria in Gran Bretagna. Certo, non si può non dimenticare che si è creata una combinazione di fattori a lui molto favorevole, tra nuove regole (il pasticcio Fia resta comunque vergognoso e ancora resta da scrivere l'ultimo capitolo), condizioni meteo incerte e il primo grave errore dei box Red Bull, però lo spagnolo è stato bravo a farsi trovare pronto e a piazzare la zampata vincente. Ora, non si coltivino false illusioni, il mondiale è andato se pensiamo che Vettel quando incappa in una giornata non felice arriva comunque secondo - e francamente fa un po' ridere anche il gioco di squadra imposto a Webber nel finale - però si fa largo la speranza concreta di assistere a gare più combattute da qui in avanti.

La Ferrari, al di là delle circostanze esterne che le hanno sorriso, ha compiuto  passi in avanti importanti dal punto di vista tecnico (leggi aerodinamica decisamente più efficace) e sarebbe bello per lo spettacolo che nel prossimo futuro anche la Mclaren riuscisse a dare ai suoi piloti e in particolare ad Hamilton una vettura più competitiva. Lewis ha corso alla grande regalando emozioni agli spettatori e il suo quarto posto, difeso con cuore da kartista sull'arrembante Massa all'ultima curva, ha il sapore del massimo risultato possibile. L'Inghilterra si conferma stregata per Button, appiedato incolpevolmente da un pasticcio dei suoi meccanici al cambio gomme. Un altro pasticcio, alla Force India, ha impedito a Paul Di Resta di cogliere un bel risultato nel Gp di casa.

Molto bravi Perez e Alguersuari, che hanno conquistato punti pesanti,  in calo la Renault, nonostante l'ottavo posto di Heidfeld, mentre ha sciupato una ghiotta occasione di finire tra i primi Michael Schumacher. Tra due settimane nella sua Germania magari andrà meglio. O forse no.

Giu. Cil.

[10-07-2011]

 
Lascia il tuo commento