Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

La rinascita del velodromo dell'Eur

in progetto la 'città dell'acqua'

Da tempio del ciclismo a città dell’acqua. Con un netto cambio di destinazione rinascerà dopo decenni di abbandono il velodromo olimpico dell’Eur.

Il progetto di recupero dell’area, che prevede anche un centro benessere, un centro medico-diagnostico, spazi commerciali e uffici del xii municipio, è stato presentato dal sindaco Veltroni, l’assessore all’urbanistica Morassut, insieme a paolo cuccia e mauro miccio, presidente e amministratore delegato di Eur spa.
A sbrogliare la matassa è stata la commissione tecnico-scientifica da tempo a lavoro sul caso del velodromo Olimpico, da 30 anni abbandonato al dissesto geologico e al degrado.

La riqualificazione dell’area punterà a non stravolgere la struttura architettonica originale, modificandone completamente la destinazione. Accanto alle piscine e i nuovi impianti sportivi, saranno realizzati parcheggi per 38 mila mq, aree verdi e scuole.

La città dell’acqua sarà realizzata in porject financing per una cifra complessiva tra i 100 e i 150 milioni di euro, condivise da coni, eur spa e comune di Roma. Previsto un calendario a tappe serrate: a maggio il bando internazionale di gara, a inizio 2008 l’assegnazione dell’appalto, puntando alla consegna del nuovo impianto per i mondiali di nuoto del 2009.
Non si avviliscano, però, gli amanti delle due ruote. Per loro è in arrivo un nuovo “velodromino” e una nuova pista ciclabile di 7 km nell’ambito della riqualificazione del laurentino 38.

 
 

[17-04-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE