Giornale di informazione di Roma - Sabato 10 dicembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Porta Futuro, la scommessa innovativa della Provincia

a Testaccio, per trovare lavoro più facilmente

Apre a Testaccio Porta Futuro, il centro innovativo dedicato alla ricerca del lavoro ma anche alla formazione e all'orientamento. Uno spazio realizzato dalla Provincia di Roma, unico nel suo genere in Italia per la teconologia che adotta. Chi verrà a Porta Futuro potrà utilizzare uno speciale software (sviluppato a Barcellona) che consente di unire i database del mercato della domanda e dell'offerta del lavoro. Il sistema permette così di far convergere domanda ed offerta tenendo conto anche di aspettative e talenti del candidato. Per ogni persona in cerca di lavoro, neo laureato o 40enne in ricerca di un nuovo impiego, potrà essere tracciato, sempre gratuitamente, un profilo individuale tenendo conto delle proprie esperienze, istruzione e talenti. Il sistema informatico tenendo conto del risultato consiglierà l'attività più congeniale e ci metterà in contatto con eventuali offerte di lavoro.

Sarà possibile venire incontro alle esigenze non solo di disoccupati e disabili, ma anche di migranti, occupati che vogliono cambiare impiego e imprese. La struttura, inaugurata dal presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti, è ispirata all'esperienza di 'Puerta 22' di Barcellona. Apre le porte ai visitatori con un open space di 600 mq e mette a disposizione degli utenti postazioni di autoconsultazione, una biblioteca multimediale, 25 postazioni e spazi per l'auto-orientamento, ma non solo. Il centro ha al suo interno anche zone di relax e baby space, sale riunioni, aree per eventi, parcheggi e free wi-fi. Porta Futuro sarà aperta al pubblico dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 19, il venerdì e il sabato dalle 10 alle 22. La struttura è inoltre dotata di una rete di pannelli solari che permetterà nei prossimi mesi di coprire almeno per il 60% la sua richiesta di energia.
 
 

[05-07-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE