Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Campidoglio: in otto salgono su impalcature

"No alle privatizzazione e alla svendita"

In otto sono saliti sulle impalcature del palazzo Senatorio per dire no alla dismissione dei beni pubblici capitolini. Si sono arrampicati a partire dalle 9:30 di stamattina e, promettono, vi rimarranno a oltranza fino a quando non saranno ascoltati dal sindaco Alemanno. In piazza, a sostenerli, e a manifestare con loro, altre decine di attivisti.

"Dopo diversi tavoli con assessori che non hanno portato ad alcun risultato - spiega Pio Congi, sindacalista dell'Usb - siamo qui per chiedere un incontro diretto con il sindaco Alemanno sui temi del bilancio, sui tagli ai servizi pubblici essenziali, al sociale, per il diritto alla casa e per dire no alla svendita del patrimonio pubblico''.

INCONTRO CON ASSESSORATI - Nelle prossime ore una delegazione dei manifestanti dei comitati di lotta per la casa in presidio in Campidoglio incontrerà gli assessori della giunta comunale con competenze su casa, lavoro, scuola e sociale. Sul tavolo della trattativa i manifestanti porteranno i temi dell'emergenza abitativa, la vendita del patrimonio dell'Atac ed i servizi pubblici come gli asili nido. Successivamente, potrebbe arrivare anche un incontro con il sindaco Gianni Alemanno, che avrebbe dato la sua disponibilità ad un confronto con i manifestanti. Il comitato "Roma Bene comune" avanzerà la richiesta di mettere a bilancio 100 milioni di euro da destinare alla realizzazione di ediliza popolare "le aree già ci sono, servono solo i soldi per costuire le case" spiegano i manifestanti. Sempre per l'emergenza abitativa i comitati chedono di destinare a questa finalità due depositi dell'Atac tra quelli che la municipalizzata metterà in vendita.

PRESIDIO CONTINUA - Sono ancora riuniti in presidio i movimenti aderenti alla rete Roma Bene Comune che da questa mattina sono in protesta contro alcune misure del bilancio comunale. Tra le richieste avanzate dal movimenti, maggiori risorse, da parte del Campidoglio, per gli asili nido. Apertura di un tavolo interistituzionale per avviare un piano straordinario per la casa. Revisione del piano industriale dell'Atac e dell'utilizzo dei depositi da dismettere, che i movimenti vorrebbero fossero destinati all'emergenza casa. Alcuni manifestanti, riuniti in piazza del Campidoglio, hanno intenzione di passare la notte sulla piazza o sulle impalcature dove si sono arrampicati questa mattina. Domani e' convocata un'assemblea straordinaria.

[04-07-2011]

 
Lascia il tuo commento