Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Duplice omicidio a Cecchina, chiesta perizia su pistola

probabile collegamento con il delitto di Pollica

Due fatti di sangue a distanza di mesi e chilometri, ma forse collegati: tutto ruota intorno a due pistole regolarmente denunciate a nome di Sonia Pisani, il vigile urbano arrestato nei giorni scorsi con l’accusa di aver preso parte all’agguato che la notte del 29 maggio scorso è costato la vita a due pregiudicati, a Cecchina.

L’ipotesi delle procure di roma e salerno è che le pistole potrebbero essere state utilizzate anche in un altro omicidio ancora senza un colpevole: quello di angelo vassallo, ex sindaco di Pollica, comune in provincia di salerno, assassinato nel settembre scorso.

A destare sospetti nella Procura campana è la posizione di Domenico Pisani, padre del vigile urbano arrestato a Roma, che insieme ad alcuni soci aveva più volte chiesto al sindaco Vassallo il permesso per costruire uno stabilimento balneare in provincia di Acciaroli, permesso sempre negato. Le armi denunciate a nome di Sonia Pisani erano custodite proprio da suo padre e da suo fratello, entrambi indagati per detenzione illegale di armi.

I Ris di Roma hanno avuto l’incarico di esaminare le due armi: dovranno stabilire anzitutto se davvero le pistole sono state utilizzate nell’agguato a cecchina, ma cercheranno anche altre  impronte e faranno prove di sparo per confrontare i risultati con le informazioni contenute nella banca dati dei servizi irrisolti, tra cui, appunto, quello di Angelo Vassallo.
 
 

[01-07-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE