Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Pestaggio in via dei Serpenti, si cercano i complici

ancora grave il 29enne aggredito

Lotta ancora per la vita al reparto rianimazione del San Giovanni Alberto Bonanni, il ventinovenne musicista pestato nella notte di sabato scorso a pochi passi da un locale nel rione Monti.

Il referto parla di frattura bilaterale delle mascelle, oltre che del setto nasale, abrasioni al viso provocate dalle suole delle scarpe ed edema al cervello. Ieri mattina si era diffusa la notizia della morte cerebrale: notizia fortunatamente smentita intorno alle 5 del pomeriggio.

La polizia ha arrestato due ragazzi, Christian Perozzi e Carmine D’Alise, entrambi ventunenni, uno con un precedente per droga, l’altro incensurato: ma secondo le testimonianze raccolte, al pestaggio avrebbero partecipato almeno altre due persone che, al momento, non sono state ancora identificate.

E mentre si riaccende penosamente, tra maggioranza e opposizione in Campidoglio, la polemica sulla sicurezza nella capitale, con accuse di circostanza tra i vari consiglieri capitolini, gli inquirenti stanno cercando di capire il movente che ha spinto quel branco a scagliarsi con tale violenza su un ragazzo, prenderlo a bottigliate, continuare a colpirlo col casco mentre era in ginocchio e, infine, massacrarlo di calci in faccia. A Monti, poco dopo l’accaduto, qualcuno parlava di “movente politico” ma gli inquirenti hanno ormai escluso fortemente tale ipotesi, bollando l’episodio come uno dei tanti, troppi atti di teppismo che ormai da anni connotano la cosiddetta “movida” capitolina.

Ritratto degli aggressori - Sono giovani, entrambi di 21anni due degli aggressori fermati per aver picchiato Alberto Bonanni. Nel profilo facebook di Christian Perozzi si trovano immagini inquetanti; atteggiamenti da ultrà e saluti fascisti. In una foto Perozzi mostra il petto ed un tatuaggio con su scritto "Brigata rione Monti".
 
 

[30-06-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE