Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Roma Capitale e lo spettro del commissariamento

la discussione in Assemblea capitolina sul bilancio

Si procederà a tappe forzate, una vera e propria maratona, il tutto per approvare il bilancio entro i termini di legge che scadono mercoledì a mezzanotte: da tre giorni, in Aula Giulio Cesare, maggioranza e opposizione si danno battaglia, con lo spettro del commissariamento dietro l’angolo.

Una manovra virtuosa e di sviluppo, sostiene Federico Guidi, presidente della Commissione bilancio di Roma capitale. Una proposta irricevibile, fatta solo di tagli e aumenti di tariffe, ribatte Umberto Marroni, capogruppo del Pd. Le posizioni erano e rimangono distanti, tanto che l’approvazione del bilancio rischia di diventare la battaglia più importante della legislatura Alemanno.

La maggioranza combatte questa battaglia prima di tutto contro il tempo. La manovra andrà approvata entro i termini di legge che scadono domani: a meno di proroghe da parte del governo, oltre non si potrà andare. Ad oggi una proroga sembra improbabile, ed è per questo che in aula si procederà a passo di carica. Ma c’è chi, nell’opposizione, pensa che non si arriverà comunque in tempo: athos de luca, ad esempio, afferma che il bilancio verrà approvato in ritardo.

Quali gli scenari, in questo caso? Il prefetto potrebbe inviare un ultimatum al Campidoglio per sollecitare l'approvazione della manovra. Ma la vera paura è un’altra: la mancata approvazione del bilancio è tra i motivi per i quali la legge prevede il commissariamento del comune. Per la giunta Alemanno sarebbe una netta sconfitta politica.

[29-06-2011]

 
Lascia il tuo commento