Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Monti, picchiato un giovane musicista. E' in fin di vita

il ragazzo aggredito a calci e pugni. Due arresti, si cercano i complici

Un giovane musicista di 29 anni, Alberto Bonanni, versa in gravissime condizioni. E' in fin di vita ed è ricoverato all'ospedale San Giovanni. Il giovane era stato pestato da un gruppo di cinque persone la notte del 25 giugno, in via Cavour, all'angolo con via dei Serpenti. Il ragazzo è stato aggredito con calci e pugni dopo aver assistito ad una esibizione di un gruppo musicale in un locale di via Leonina.

Il gruppo di ragazzi stava uscendo dal bar, intorno alle 2, quando un uomo si è affacciato dal balcone, impugnano un bastone ed imprecando contro i ruomori degli schiamazzi. L'uomo è poi sceso per inseguire i quattro, che hanno cominciato a correre. L'inseguimento è finito in via dei Serpenti, dove sono sbucati altri quattro ragazzi. L'uomo col bastone è tornato verso casa, mentre i quattro si sono avvicinati al gruppo di ragazzi e hanno cominciato a litigare. Il 29enne stato colpito alla testa con un casco. Sembra abbia ricevuto anche calci e pugni. Il giovane è svenuto, mentre gli aggressori si dileguavano. E' stato ricoverato in coma al San Giovanni ma è morto dopo quattro giorni.

Nel Rione Monti è iniziata la caccia agli aggressori, martedì sono stati fermati due ragazzi, due baristi della zona di 21 anni. "Lo abbiamo fatto per legittima difesa - avrebbero detto i due fermati - sono stati gli altri ad alzare le mani per primi". La loro versione però non corrisponde al racconto dei testimoni, e i vigili sono sulle tracce degli altri due componenti della banda. L'ipotesi è che gli aggressori volessero "punire" la vittima per gli schiamazzi nel quartiere.

PD - Dopo questo episodio di violenza nella capitale non sono mancati i commenti politici secondo il segretario del Pd romano Marco Miccoli “la città è in balia di sé stessa, assistiamo ogni giorno ad episodi di violenza. Alemanno –prosegue Miccoli- si scusi con i cittadini per non aver mantenuto le promesse in campagna elettorale.
 
 

[29-06-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE