Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Inchiesta evasione fiscale, prestanome da record

84 anni in casa di cura e con 29 società intestate

Si arricchiesce di curiosi dettagli l'inchiesta "fuori tutto" su di un presunto giro milionario di evasione fiscale e che ha coinvolto anche il Presidente della Confcommercio Cesare Pambianchi, arrestato lo scorso 14 giugno. Il gruppo si sarebbe avvalso di decine di prestanome; tra questi c'è anche un 84 enne che aveva ben 29 società intestate. Nel corso delle verifiche della guardia di finanza, tra i tanti prestanome a cui ha fatto ricorso lo studio Pambianchi - Mazzieri sarebbe emerso anche un 84enne.

L’uomo, Omero Angeli, vivrebbe nella casa di riposo “Parco veio”, e nel corso degli anni avrebbe avuto la rappresentanza legale di ben 29 società impegnate nei più svariati settori: dalle pulizie alla compravendita di immobili.

L’84enne incassava poche centinaia di euro ogni volta che accettava di farsi intestare un’azienda. Gli promettevano altro denaro, ma poi non glielo davano. Per la Guardia di finanza, almeno sulla carta l’uomo avrebbe messo insieme un capitale societario degno di un milionario.

La maggior parte delle società sono state portate all’estero, secondo uno schema consolidato: il trasferimento arrivava poco prima che fosse dichiarata bancarotta, evitando ai chi le gestiva di finire agli arresti. La meta più gettonata era la Bulgaria, dove sarebbero state trasferite nove delle ventinove società intestate all’84enne. Quattro di queste aziende, prima di lasciare l’Italia a cavallo tra il 2005 e il 2006, secondo la guardia di finanza, avrebbero fatto registrare un consistente volume d’affari.
 
 

[28-06-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE