Giornale di informazione di Roma - Giovedi 08 dicembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sport Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma
 
 

Il Coni contro Lotito sul debito dell'Olimpico

Il presidente della Lazio non ci sta: "E' un'estorsione"

Il tribunale civile di Roma ha accolto l'istanza presentata dal Coni sul debito maturato dalla Lazio per il canone di affitto dello Stadio Olimpico. Ora il Coni, nel caso Claudio Lotito insista a non saldare il debito, può anche effettuare azioni esecutive verso la società biancoceleste per recuperare gli oltre due milioni di euro di mancati pagamenti.

Il presidente Lotito è durissimo nei confronti del Coni: "Il fatto che l'Olimpico sia l'unico impianto a norma a Roma non deve portare il Coni a dire 'o accetti queste condizioni oppure non giochi': questo tipo di atteggiamento, a livello giuridico, si configura come un'estorsione e noi ci faremo valere nelle sedi opportune". Ha poi proseguito così: "Loro dicono che ho già firmato? Dicono il falso: la firma del nuovo contratto era condizionata al saldo(dei 2 milioni di euro di debito pregresso della Lazio, ndr), ma non essendoci stato non è da considerasi valido".

Dichiarazioni forti che non sono piaciute alle massime cariche istituzionali. Il presidente della Figc, Giancarlo Abete, le ha segnalate alla procura federale. Infatti nel codice di giustizia sportiva all'articolo 5 comma 1 si vieta ai soggetti dell'ordinamento federale di esprimere pubblicamente giudizi o rilievi lesivi della reputazione di persone, di società o di organismi operanti nell'ambito del Coni, della Figc dell'Uefa e della Fifa.

Il presidente del Coni Gianni Petrucci ha risposto in maniera durissima: "Non ho mai udito un dirigente sportivo, peraltro consigliere federale, esprimersi in questo modo nei confronti della massima istituzione dello sport italiano. Andiamo davanti ad un giudice e vedremo chi avrà ragione". Il Coni ha immediatamente dato mandato ai propri legali di «tutelare in tutte le sedi competenti l'immagine, il decoro, la dignità, il buon nome dell'Ente e dei suoi dirigenti».

Anche il comune di Roma prende posizione e lo fa tramite il sottosegretario al Ministero ai Beni Culturali Francesco Giro: "Dire che il Coni si sta comportando illegalmente è davvero grave. I tifosi sono stanchi, non possono essere coinvolti in queste polemiche. Tutto ciò continua ad inquinare il mondo del calcio, non si può attaccare la massima istituzione sportiva. Ad Alemanno dico: difendiamo Petrucci, il comune deve schierarsi. Io mi schiero dalla parte del Coni".

Vincenzo Samà
 
TAG: Lazio - Lotito - Coni
 

[24-06-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE