Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Roma città sicura

in fondo alle classifiche dei reati

Il prefetto Achille Serra lo aveva dichiarato subito dopo gli scontri della partita di Champions tra Roma e Manchester: la capitale è una metropoli sicura. Al bando le critiche della Gran Bretagna che dipingeva la città come una tra le più pericolose.

Fatti di cronaca a parte, ora a dar ragione al prefetto sono i numeri del rapporto Eurostat curato da due istituzioni indipendenti: l’università di Trento e la Cattolica di Milano.

Un dossier sulla sicurezza messo a punto grazie alle informazioni attinte dalla banca dati Eurostat, che dal 2004 raccoglie periodicamente i reati denunciati dalle forze dell'ordine all'autorità giudiziaria. E i numeri sono numeri come dice il sindaco Walter Veltroni: Roma è fanalino di coda tra le grandi città per numero di reati e ultima per furti in abitazione.

Gli omicidi nel biennio 2004-2005 hanno fatto registrare un tasso di 1,1 omicidi ogni 100 mila abitanti, napoli è al 4,7, firenze e milano all’1,4. Per quanto riguarda le violenze sessuali la capitale è addirittura ultima dopo Milano, Bologna, Firenze Torino e Bari. Chiaro anche il riferimento del sindaco veltroni al quartiere Esquilino dopo i tafferugli dei giorni scorsi a Milano tra cinesi e polizia.

“Roma non ha una chinatown” afferma il primo cittadino” ma le parole non rassicurano Gianni Alemanno che dai banchi dell’opposizione replica che i cinesi fanno quello che vogliono e che in due anni i reati a Roma sono cresciuti del 9,1%.

 
 

[14-04-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE